Forte, imprenditori “consegnano” le chiavi delle attività al sindaco

Un gesto simbolico per segnalare le difficoltà dovute al lockdown

Questa mattina (29 aprile) il sindaco Bruno Murzi, insieme a Simona Seveso, presidente del Consiglio comunale con delega al sociale, hanno ricevuto Francesca Graziani che ha consegnato le chiavi di una trentina di attività commerciali e turistiche del territorio di Forte dei Marmi che hanno aderito all’iniziativa nazionale promossa dal Movimento imprese ospitalità dal titolo Risorgiamo Italia. Un’azione che mira a dar voce alle categorie commerciali oggi ancora chiuse affinché il Governo possa agire con interventi di supporto e specifiche agevolazioni fiscali (un documento articolato in 16 punti) e soprattutto quando sarà il momento della riapertura avere dei protocolli sì in sicurezza, ma allo stesso tempo semplici e attuabili.

“Ho confermato la mia personale disponibilità – dichiara il primo cittadino – a farmi portavoce delle richieste delle attività commerciali e turistiche del mio Paese con la Regione Toscana e con il Governo e a tal proposito abbiamo già avviato diversi video conferenze. Noi come amministrazione comunque, in attesa di risposte dello Stato, abbiamo già in prima battuta supportato le categorie, rinviando sia la Tari che la Cosap a settembre. Inoltre comprendendo il grave disagio di chi ha le saracinesche abbassate ma deve comunque pagare l’affitto dei fondi, mi sono fatto carico di lanciare un appello ai proprietari per trovare una rimodulazione dei canoni con gli affittuari e mi auguro che mettendosi una mano sul cuore, raccolgano la mia richiesta. Inoltre stiamo definendo con alcune tra le più autorevoli professionalità in merito, protocolli sanitari da applicare in modo rapido e semplificato per far sì che le nostre attività siano pronte nel momento della riapertura. Forte dei Marmi sarà all’altezza della sua proverbiale ospitalità, accogliendo i propri ospiti con la serenità di sentirsi in vacanza e in sicurezza”.

“Ringrazio il sindaco – ha dichiarato Francesca Graziani – perché è stato uno dei primi a muoversi rispetto alle nostre richieste a livello comunale e sono certa che saprà, come ha fatto finora, tenderci la mano e sostenerci in questo difficile cammino, interfacciandosi con le istituzioni regionali e statali.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.