Coordinamento ambiente Fdi: “Stagione balneare iniziata e non ci sono soluzioni ai divieti di balneazione”

Christian Marcucci, Massimiliano Micheli, Michele Balderi e Silla Silvestri puntano il dito su Regione e comuni di centrosinistra

“Che la stagione balneare versiliese 2020, già fortemente compromessa dall’emergenza coronavirus, si trovi ancora una volta esposta alla roulette russa dei divieti di balneazione quando piove, la dice lunga sull’inconcludenza della gestione dell’assessore regionale Fratoni in combinata, sui territori, dei sindaci Del Ghingaro e Del Dotto”. Così il coordinamento provinciale ambiente di Fratelli d’Italia composto da Christian Marcucci, Massimiliano Micheli, Michele Balderi e Silla Silvestri.

“A fine luglio – dicono – partoriranno l’ennesima modifica agli accordi del piano di programma per la balneazione, accordi che fino ad oggi hanno portato solo ad un’inutile spesa di risorse pubbliche. Prima hanno perso tempo e denaro dietro ad un fantasioso progetto di ossigenazione delle foci versiliesi, poi, dopo averlo abortito, si sono avventurati in una sperimentazione inconcludente con l’acido peracetico nelle idrovore, ben sapendo che senza immissione nei corpi idrici la disinfezione difficilmente avrebbe potuto essere performante”.

“Non paghi – prosegue la nota – dopo che i risultati della sperimentazione sono apparsi fallimentari già dal 2018, ci prospettano un’estate 2020 ancora senza soluzioni concrete e vogliono spendere altri 400mila euro di soldi pubblici per costruire due spandenti e mantenerne altri due già esistenti per la Fossa dell’Abate, mentre per Fiumetto e Motrone non hanno proprio soluzioni. Che poi gli spandenti possano lenire il problema dei divieti in caso di forti piogge, è tutto da vedersi. L’assessore Fratoni, che si perde in puerili botta e risposta col sindaco Giovanetti, lasci i battibecchi agli avventori dei bar e concluda il suo mandato trovando soluzioni concrete”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.