Quantcast

Decoro e sicurezza a Lido di Camaiore, Zucconi (Fdi): “Servono più controlli”

L'onorevole: "Invito il sindaco a convocare d’urgenza un tavolo di confronto con questura e prefettura"

Da tempo arrivano segnalazioni dagli operatori turistici e commerciali di Lido di Camaiore in merito all’incresciosa situazione in cui versa la passeggiata in materia di decoro e soprattutto sicurezza“, afferma l’onorevole Riccardo Zucconi (Fdi), che richiama ‘alla coscienza’ dell’amministrazione comunale prima che la situazione degeneri arrecando un grave danno d’immagine, invitando il sindaco a convocare d’urgenza un tavolo di confronto con questura e prefettura.

“Lasciando da parte il problema decoro – dichiara Zucconi – che ormai rappresenta un must dell’amministrazione Del Dotto (dal giallo delle aiuole e alle buche in passeggiata e contrade limitrofe) il dato ben più grave arriva dalla questione sicurezza. E’ ormai consuetudine vedere veri  e propri clan di ragazzini, spesso under 18, che presidiano la zona del pontile, provocando danni e atti delinquenziali a cose e persone. Ma ben più gravi sono le continue risse e violenze che si sviluppano ormai quotidianamente, in pieno momento di passeggio delle famiglie: il tutto in evidente assenza di una necessaria sorveglianza“.

“È imprescindibile – prosegue – una presa di coscienza da parte dell’amministrazione comunale, prima che la situazione degeneri arrecando un grave danno d’immagine al già difficile momento che attraversa il settore turistico locale. Invito pertanto il sindaco a convocare d’urgenza un tavolo di confronto con questura e prefettura volto ad un incremento immediato delle forze dell’ordine sulla marina e al contempo mi permetto di suggerire un posto fisso di controllo nella zona adiacente il pontile, che rappresenterebbe un chiaro deterrente alla criminalità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.