Viareggio, omaggio a Bocco con una mostra a Villa Paolina foto

Protagonista delle opere la Darsen con le sue tinte, i suoi contrasti, le sue forme

La Darsena viareggina con le sue tinte, i suoi contrasti, le sue forme; con le grandi imbarcazioni fatte di fatica, di maestria, di saper fare. I personaggi della Viareggio che fu ritratti con la sua mano inconfondibile. E sullo sfondo il Carnevale, la sua grande passione.

Ecco Carlo Vannucci, Bocco, pittore e tra i più grandi artisti del Carnevale di Viareggio, narrato attraverso una selezione delle sue opere pittoriche. Ben 67 le tele realizzate tra il 1940 e il 2010. Quasi tutte dedicate alla sua Viareggio. Un atto d’amore verso la città, ritratta con gli elementi più caratteristici: il mare, il lavoro, i personaggi, tra cui Inaco Biancalana e Ventofino. C’è pure un ritratto che Alfredo Catarsini fece al giovane Carlo Vannucci, quando fin da ragazzo frequentava i maestri dell’epoca.

“Un omaggio che questa amministrazione ha voluto riconoscere ad un grande artista – commenta l’assessore Sandra Mei – ma anche un regalo che la famiglia Vannucci ha fatto alla città e ai turisti che ogni giorno visitano l’esposizione. Una carrellata di bellezza che attraversa per immagini gran parte del ‘900, dai grandi avvenimenti che sconvolsero il mondo, alle più intime suggestioni viareggine”.

La mostra, ospitata nelle sale di Villa Paolina, voluta dall’amministrazione comunale e dalla Fondazione Carnevale, è un racconto intenso e suggestivo della continua ricerca artistica che ha visto in Viareggio e nei suoi personaggi i soggetti prescelti dal Carlo Vannucci. Nella mostra è presente, naturalmente anche il Carnevale, con i bozzetti originali di due carri che meglio di altri sintetizzano la sua produzione: Rendez-vous a Viareggio del 1973 (l’anno del Centenario del Carnevale) e Attenti al lupo del 1992 (primo premio).

“Ringrazio quanti si sono impegnati per la realizzazione della mostra e invito la città a visitarla – conclude Mei -: una pausa di cultura dal sole dell’estate, opere stupende ospitate a Villa Paolina, uno dei palazzi più belli della città”.

La mostra sarà aperta al pubblico fino al 31 agosto ed è visitabile negli orari di apertura della Villa, dal giovedì alla domenica dalle 15,30 alle 19,30. Venerdì 24 luglio è in programma un particolare omaggio a Bocco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.