Italia in Comune sostiene la candidatura Del Ghingaro

Il coordinatore regionale Vivoli: "Una conferma dell'ottimo lavoro svolto in cinque anni"

Italia in Comune è pronta a sostenere la ricandidatura del sindaco uscente, Giorgio Del Ghingaro alle prossime amministrative 2020 per il comune di Viareggio. Lo comunica in una nota il partito fondato nel 2017 da Federico Pizzarotti e Alessio Pascucci, che raccoglie oltre quattrocento fra sindaci e amministratori locali di tutta Italia.

Alessio Pascucci

“Riteniamo che le prossime amministrative siano una tappa fondamentale per il futuro di questo Paese e ci stiamo impegnando con il nostro movimento per sostenere tutti quei progetti di rilancio e di sostegno agli enti locali che premiano il lavoro e la capacità di chi ha saputo ben amministrare in una fase drammatica come quella del Covid che ha messo in ginocchio i Comuni che, lo ricordiamo sempre, sono la prima frontiera dello Stato per i cittadini ma sono anche il primo luogo al quale la politica si rivolge per tagliare fondi e finanziamenti”, spiega Alessio Pascucci, coordinatore nazionale di Italia in Comune.

Per il coordinatore regionale Toscana di IIC, Massimiliano Vivoli, il sostegno al sindaco uscente Del Ghingharo, “nasce dalla conferma dell’ottimo lavoro svolto in cinque anni durante i quali il Sindaco si è assunto la responsabilità di dichiarare il dissesto finanziario a causa della situazione debitoria ereditata dalla precedente giunta di centrodestra. In cinque anni Del Ghingaro ha rimesso in sesto i conti del Comune e ha governato con saggezza, sapendo cogliere le istanze che arrivavano dai territori. Abbiamo molto apprezzato l’apertura al civismo che rappresenta un elemento fondamentale per Italia in Comune ed è l’altro motivo forte che ci ha spinto a sostenere un secondo mandato, proprio per poter portare a termine quei progetti avviati e già molto apprezzati dai cittadini viareggini”, conclude la nota.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.