Baldini (Lega): “Preoccupazione per la situazione alla Perini Navi”

Il capogruppo a Viareggio: "Un piano di salvataggio serio per scongiurare il rischio del fallimento"

Da Massimiliano Baldini, capogruppo della Lega a Viareggio, c’è preoccupazione per la situazione di Perini Navi: “Seguo con attenzione da parecchio tempo la vicenda Perini – dice – e sono oggettivamente preoccupato per quanto sta rappresentando, a più riprese, il segretario versiliese della Fiom Cgil Nicola Riva in ordine al serio rischio che si possano perdere posti di lavoro nonchè molto indotto per l’intero comparto della nautica viareggina”.

“La situazione deve trovare una soluzione – prosegue la nota – e non può continuare a rimanere nello stallo attuale mentre si avvicina il termine del 30 settembre per realizzare un piano di salvataggio serio e scongiurare il rischio del fallimento. Ci vuole collaborazione da parte di tutti perchè non possiamo permetterci ulteriori ritardi, la Perini Navi è troppo importante e gli stessi appaltatori che vantano crediti sono piccole aziende che non possono resistere anche di fronte al venir meno di pagamenti modesti”.

“Mi auguro – conclude l’esponente della Lega – che le trattative che si dice siano in corso possano trovare la migliore conclusione nell’interesse di tutti, a cominciare dalla salvaguardia dei posti di lavoro e di tutto il comparto che opera intorno a questo grande e storico cantiere. Nei prossimi giorni mi attiverò per conoscere i dettagli della situazione, chiedendo un incontro a tutte le parti in gioco e sollecitando il massimo impegno della Lega a tutti i livelli”.

Va scongiurata – conclude – in ogni modo l’apertura di una procedura fallimentare che determinerebbe ritardi di anni anche solo per l’affidamento del cantiere e della concessione che insistono sul demanio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.