La ‘Tosca’ di Puccini in scena a Torre del Lago per l’ultima replica della stagione

Sul podio di orchestra e coro del Festival Puccini il maestro Alberto Veronesi

Domani (14 agosto) alle 21,15 a Torre del Lago torna in scena per l’ultima recita della stagione, la Tosca, l’opera più drammatica di Puccini: una tormentata storia d’amore quella di Floria Tosca (Amarilli Nizza) la cui intensa interpretazione  alla prima  ha riscosso unanimi consensi di pubblico e critica.

“Il festival Puccini – dichiara Amarilli – è  tra i pochissimi coraggiosi che hanno scelto di affrontare la stagione con opere messe in scena e non in forma di concerto. È così emozionante poterne far parte in un momento tanto difficile. L’intelligenza registica di creare il distanziamento tra gli interpreti tramite oggetti di scena dimostra che se si vuole, si può andare in scena senza tradire il pubblico e senza privare la trama delle relazioni fondamentali tra i personaggi. Un plauso alla Fondazione Festival Pucciniano che ha  saputo, rispettando tutte le disposizioni sanitarie, offrire al pubblico una vera Tosca. Serva da esempio a chi sostiene che non si possa andare in scena con credibilità restando distanziati. In fondo chi ha detto che per essere credibili si debba per forza stare appiccicati? Se si recita bene tutto diventa credibile anche con un po’ di distanza”.

Nel ruolo del  pittore Mario Cavaradossi il tenore Amadi Lagha, al suo debutto nel ruolo che ha conquistato il pubblico con la sua emozionante E lucevan le stelle. “Il mio Cavaradossi – dichiara Amadi – è un pittore, un artista romantico, libero e nello stesso tempo un cavaliere, rivoluzionario, coraggioso, fedele e uomo di principio. E’ stato pertanto molto facile  lavorare con il Maestro Monti e in pochi giorni siamo riusciti a trovare una linea drammatica efficace con  soluzioni quasi istintive al problema del distanziamento fisico come l’uso della sciarpa o del bastone nel primo atto o ancora la lettera o l’abito di Tosca per esempio nel terzo atto”.

La storia d’amore tra il pittore e la cantante è ostacolata dalle vicende politiche e dal  ricatto del  capo della polizia pontificia, il barone Scarpia che vedrà di nuovo sul palcoscenico il baritono toscano Devid Cecconi definito dalla critica “uno dei migliori Scarpia di oggi. Le scene di questo nuovo allestimento post Covid sono di  Stefano Monti.  Tre grandi cornici nella forma perfetta di cerchi dominano la scena  per contenere – come dichiara il regista Stefano Monti-  l’imperfezione di un mondo che oggi si manifesta attraverso l’attuale pandemia,  mentre la luce, quella  accecante diretta al pubblico può venire in soccorso per occultare la necessità di distanziamento in momenti di corpo a corpo, come l’accoltellamento di Scarpia”.

Sul podio di Tosca anche Alberto Veronesi: “Ogni battuta di Puccini è una sinfonia”, afferma Veronesi che guiderà l’orchestra del Festival Puccini. A completare il cast Cesare Angelotti, Davide Mura, il sagrestano Claudio Ottino, Spoletta Marco Voleri, Sciarrone, Alessandro Ceccarini, un carceriere Massimo Schillaci nel ruolo del Pastorello, Nicholas Ceragioli. Il coro del Festival Puccini è diretto da Roberto Ardigò e il coro delle Voci bianche è istruito da Viviana Apicella.

Le scene di Tosca ideate da Stefano Monti sono state realizzate nei laboratori della Cittadella del Carnevale di Viareggio da un gruppo  di artisti del Carnevale, capofila Fabrizio Galli coadiuvato da Luigi Bonetti, Franco Malfatti, Edoardo Ceragioli, Giampiero Ghiselli, Valentina Galli, Silvano Bianchi, Marco Galli.

La rappresentazione di Tosca sarà fruibile in diretta streaming oltre che in tutto il mondo attraverso la piattaforma di Italia Festival e con il supporto del Ministero degli esteri attraverso la rete degli Istituti italiani di cultura, anche su maxi schermo installato in piazza Mazzini dove sarà anche allestita un platea di 180 posti. Una diretta resa possibile grazie alla collaborazione di Noi Tv che trasmetterà l’opera in diretta anche  in  televisione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.