Massarosa, partiti i lavori nelle scuole per la riapertura a settembre

L'intervento complessivo ammonta a circa 250mila euro

Sono partiti i lavori alle scuole nel territorio di Massarosa per consentirne l’apertura in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico. L’intervento complessivo è da quasi 250 mila euro. Cifra, questa, che deriva da 110 mila euro di fondi per l’edilizia leggera, 40 mila di risorse comunali prodotte dagli oneri di urbanizzazione e 59 mila del fondo di manutenzione del patrimonio comunale, messo totalmente a disposizione del comparto scuola. Più altri 20 mila euro di un contributo per danni alluvionali destinato alla scuola per l’infanzia di Corsanico e circa 15 mila euro la pulizia di gronde e canale degli edifici scolastici.

I lavori sono partiti immediatamente e proseguiti anche durante il periodo di Ferragosto – spiega il sindaco Alberto Coluccini –: un’operazione importante che siamo riusciti ad avviare grazie all’approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato. Partendo da qua, abbiamo potuto concordare una scaletta degli interventi necessari con le dirigenti scolastiche degli istituti comprensivi Massarosa 1 e Armando Sforzi, definendo le priorità e incanalando gli sforzi per consentire la riapertura delle scuole in presenza a settembre”.

In particolare, sono stati affrontati i problemi strutturali di alcuni plessi, primo fra tutti quello alla primaria Don Aldo Mei di Bozzano, dove è stato sistemato il tetto ed è in fase conclusiva l’intervento sulle scale, la cui pericolosità aveva reso inagibile e interdetto il primo piano dell’edificio. Inoltre, gli interventi si concentrano sull’infanzia Morganti, in particolare sull’impianto idraulico dato che le tubature usurate in passato hanno causato spesso allagamenti all’interno della scuola. Lavori in corso per garantire il distanziamento sociale degli alunni anche alla Manzoni di Massarosa, dove gli spazi dell’ufficio tributi trasferito al palazzo Sermas verranno convertiti in aule scolastiche, e a Stiava, dove sono in fase di realizzazione gli interventi di consolidamento del solaio che renderanno nuovamente disponibile una porzione della scuola che da tempo era stata resa inagibile.

“Si tratta di operazioni che cerchiamo di portare a termine con la massima decisione e nel minor tempo possibile per adeguare gli spazi alle necessità del momento – commenta l’assessore ai lavori pubblici Franco Simonini –; la sicurezza dei nostri bambini e ragazzi è la bussola che guida la nostra azione amministrativa. Un’azione che abbiamo potuto intraprendere grazie al passaggio fondamentale dell’approvazione dell’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato”.

Nel frattempo, vanno avanti gli altri lavori concordati con le dirigenti scolastiche. All’asilo ed elementari di Piano di Conca va avanti la realizzazione di una parete in cartongesso; alle medie l’abbattimento dei divisori per ottenere nuovi spazi da destinare alle aule e nuovi divisori in cartongesso per suddividere gli spazi interni in modo più funzionale. All’asilo di Stiava prosegue la realizzazione di una parete in cartongesso e la modifica e revisione dell’impianto elettrico; alle elementari continua la demolizione di una tramezzatura tra due aule per farne una sola, messa in sicurezza del solaio e conseguente adeguamento statico. All’asilo di Bozzano sono in corso i lavori per la sostituzione delle tubazioni, il rifacimento della pavimentazione esterna in corrispondenza terrazza posta sul lato nord-ovest del fabbricato;  alle elementari va invece avanti la demolizione di una tramezzatura fra due aule per farne una unica. All’asilo ed elementari di Pieve a Elici è in corso la demolizione di una tramezzatura tra due aule per farne una unica. mentre all’asilo di Piano del Quercione la realizzazione di un divisorio in corrispondenza dello spazio libero che si trova in prossimità dell’ingresso dell’edificio, in modo da ottenere un’aula aggiuntiva.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.