Dondolini (Fdi): “Palazzo delle Muse in condizioni disastrose”

L'esponente di Fratelli d'Italia: "Indifferenza verso il polo culturale della città"

“Palazzo delle Muse? Una delle peggiori cartoline turistiche della città”. Parole del presidente del Circolo di Fratelli d’Italia Viareggio Marco Dondolini, che comincia da un’analisi del degrado in cui versa il principale edificio che si affaccia su piazza Mazzini.

“È davvero incredibile – sottolinea – l’indifferenza che in questi anni l’amministrazione comunale ha manifestato nei confronti di quello che dovrebbe essere il polo culturale della città. La facciata cade a pezzi, gli storici infissi in legno sono ormai da buttare e si è progressivamente svuotato della sua anima perdendo uffici e servizi, per lasciar campo ad abbandono funzionale ed estetico. Il risultato è irrispettoso se consideriamo che in quegli spazi si trovano la Gamc e la biblioteca comunale“.

“Ma i casi di abbandono in quella piazza si sprecano – prosegue – il sindaco niente ha fatto ad esempio per sollecitare in modo deciso la Provincia a mantenere in uno stato decoroso l’ex caserma dei carabinieri, e neppure ha pensato, in piena stagione turistica, di imporre una copertura più gradevole per il vicino cantiere dell’ex area del fascio. In agosto resta delimitato da laminature sconnesse, dalle quali si intravede l’interno ormai in balia di vegetazione selvaggia che ha addirittura sovrastato la gru montata per avviare i lavori ormai molti anni fa”.

“Inutile che il sindaco getti fumo negli occhi parlando di progetti faraonici come i parcheggi sotterranei – conclude – quando non è neppure in grado di garantire l’estetica di una piazza nel momento clou del turismo pretendendo decoro, magari con coperture-rendering o pannelli con sponsorizzazioni private“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.