Baldini (Lega): “L’ospedale Versilia è l’emblema dei limiti della sanità in Toscana”

Il candidato consigliere regionale a sostegno delle proteste del sindacato Fials

“La proclamazione dello stato di agitazione ad opera del Fials per tutto il personale del blocco parto e ostetricia del presidio ospedaliero Versilia rappresenta l’ennesima dimostrazione dei limiti della sanità in Toscana”. Interviene così Massimiliano Baldini, candidato della Lega a consigliere regionale nel collegio della Provincia di Lucca dopo l’ennesima protesta del sindacato a fronte dei disagi che affliggono il comparto versiliese.

Rossi e il Pd non perdono occasione per palesare agli occhi di tutti che il sistema sanitario toscano non solo è in grande difficoltà da anni ma non riesce nemmeno a garantire uniformità di prestazioni e di servizi – va avanti Baldini -. La Lega come sempre intende raccogliere la voce del sindacato autonomo della sanità, non certo nuovo in queste attente iniziative a tutela degli utenti dei servizi e dello stesso personale operatore, e supportare l’azione sindacale in atto per far sì che gli elettori, sulla base di un programma decisamente innovativo come quello presentato da Susanna Ceccardi, cambiando segno politico alla Toscana il prossimo 20 e 21 settembre, siano in grado di gettare i presupposti di un radicale rinnovamento del sistema sanitario toscano ormai decisamente in crisi, specialmente in Provincia di Lucca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.