Violenza di genere: ‘Una nuova stanza tutta per sè’ alla stazione dei carabinieri di Querceta foto

Ha lo scopo di sostenere la donna o il minore nel delicato momento della denuncia delle violenze subite

Stamani (24 settembre), alla sede della stazione dei carabinieri di Querceta, è stata inaugurata un’aula per le audizioni protette, denominata Una stanza tutta per sé. Il progetto nato dalla collaborazione tra l’arma dei carabinieri e Soroptimist International Italia prevede la realizzazione di un ambiente protetto, accogliente e tecnologicamente attrezzato, esclusivamente dedicato per le audizioni di donne e minori vittime di violenza, che saranno accolti e seguiti da personale dell’arma specificatamente formato sulla tutela dei soggetti deboli.

Ha lo scopo di sostenere la donna o il minore nel delicato momento della denuncia delle violenze subite e nel percorso verso il rispetto e la dignità della persona. L’obiettivo quindi è quello di offrire alle vittime di violenze o abusi una stanza dedicata, che consenta loro un incontro meno traumatico, ove potersi sentire accolte ed ascoltate e che faccia percepire un ambiente sicuro e tranquillizzante.

Proprio per questo, i locali sono stati arredati secondo precise linee guida che tengono conto della psicologia dei colori, delle immagini e delle luci e saranno dotati di appositi dispositivi audio e video per la verbalizzazione computerizzata che consentono, tra l’altro, di evitare alla vittima più momenti di testimonianza.

La nuova stanza, già operativa, andrà ad aggiungersi all’altra già esistente della compagnia dei carabinieri di Viareggio ed alle altre dislocate in tutta Italia: ad oggi 170.

I nuovi locali sono stati inaugurati dal comandante provinciale dei carabinieri di Lucca, colonnello Ugo Blasi e dalla presidente del Soroptimist international club Viareggio – Versilia, Brunella Dinelli, con il comandante della compagnia dei carabinieri di Viareggio, maggiore Edoardo Cetola, al comandante della stazione di Querceta, luogotenente Pino Pigliacelli, alla tesoriera nazionale del Soroptimist international Italia, Francesca Pardini, alla segretaria del Soroptimist international club Viareggio Versilia, Monica Berisso ed alla socia Soroptimist international club Viareggio Versilia, Isabella Luporini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.