Mozioni di sfiducia respinte, Coluccini resta sindaco di Massarosa

Il primo cittadino: "Continuerò a lavorare a testa bassa, cercando di risolvere i problemi, trovando soluzioni e guardando al futuro"

Mozioni di sfiducia respinte, Alberto Coluccini resta sindaco e presidente dell’assise di Massarosa

Due mozioni le di sfiducia presentate lo scorso 5 ottobre dai consiglieri di opposizione, e sottoscritti da otto consiglieri.

Io continuerò a lavorare a testa bassa per far rinascere Massarosa cercando di risolvere i problemi, trovando soluzioni e guardando al futuro – commenta il primo cittadino Alberto Coluccini – non cambia niente, sono stato e sarò il sindaco di tutti. Mi dispiace che a Massarosa ci sia un’opposizione ostile oltre ogni modo, oltre anche alla normale dialettica politica ma mi sono preso l’onere di provare a mettere a posto le cose e di questo sono orgoglioso”.

“Se in occasione del voto sull’ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato non avessi avuto la fiducia, che il Consiglio mi ha rinnovato, confermando la volontà dei cittadini di Massarosa espressa con il voto, adesso ci sarebbe un commissario e non potremmo essere qui a cercare, seppur con grande fatica, di far andare a posto le cose – aggiunge – piano piano ci stiamo riuscendo e per questo ringrazio i consiglieri che con il loro voto ci hanno chiesto di continuare a lavorare per la nostra comunità, la mia maggioranza e in modo particolare Vasco Merciadri che ha dimostrato di essere distante da un’opposizione distruttiva che sa solo far male a Massarosa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.