Palestre in piazza a Viareggio contro il nuovo decreto. La protesta nelle foto di Mauro Pucci

La pioggia non ferma la manifestazione contro il governo per le chiusure imposte fino al 24 novembre

Io vivo di sport. Sport è salute. Sono solo due dei vari striscioni della protesta delle palestre, con i loro titolari e addetti, andata in scena oggi pomeriggio (26 ottobre), nonostante la pioggia battente, in piazza Mazzini a Viareggio.

Tutti contrari, come i ristoratori e i bar che si ritroveranno domattina nella stessa piazza viareggina, alle chiusure imposte, fino al prossimo 24 novembre, dal nuovo decreto.

Un sit – in per ribadire il concetto “io non chiudo”. Poi qualche fumogeno, da parte di “esterni”, ma gli organizzatori, tutti delle palestre, sono riusciti ad isolarli e a continuare la loro protesta, decisa ma pacifica.

Il nuovo decreto, che contiene le misure di contenimento contro il coronavirus ha infatti fermato alcune attività, tra cui le palestre e le piscine, nonostante in molti abbiano investito, la scorsa estate, in protocolli di sicurezza.

Nell’occasione della protesta un altro gruppo di manifestanti, composto in buona parte di giovani, ha occupato il lungomare bloccando il traffico, lanciando petardi e fumogeni e gridando di voler parlare con le istituzioni locali, a partire dal sindaco Giorgio Del Ghingaro. La polizia municipale ha deviato parte del traffico sui viali a mare.

Le foto di Mauro Pucci

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.