Quantcast

La Fondazione Versiliana si unisce al cordoglio per la scomparsa di Gigi Proietti

Il presidente Benedetti: "Più volte ha calcato anche il nostro palcoscenico con i suoi spettacoli che andavano sempre tutti esauriti"

Anche la Fondazione Versiliana si unisce al cordoglio per la scomparsa di Gigi Proietti, scomparso nel giorno del suo ottantesimo compleanno. L’attore romano, uno dei più grandi del teatro, della tv e del cinema italiano, era stato più volte impegnato anche sul palcoscenico del Festival della Versiliana tra cui più recentemente nel 2011 con lo spettacolo Buonasera, Varietà di fine stagione e nel 2016 con Qualche cavallo di battaglia.

“Un vero maestro del teatro – commenta il presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti – oltreché un uomo di grande cultura e intelligenza che con la sua ironia e la sua bravura riusciva sempre ad affascinare il pubblico, a far ridere, emozionare e riflettere. Più volte ha calcato anche il palcoscenico della Versiliana con i suoi spettacoli che, neanche a dirlo, andavano sempre tutti esauriti. Proietti diceva ‘Nella totale perdita di valori della gente, il teatro è un buon pozzo dove attingere’: credo che oggi più che mai  queste sue parole debbano essere tenute mente, per capire l’importanza del teatro e dello spettacolo in una società come la nostra che si trova ad attraversare anche una crisi di valori, che l’emergenza sanitaria e le difficoltà economiche, stanno ancor più mettendo in risalto”.

“La scomparsa di Gigi è un grande dolore per me e per tutto il mondo dello spettacolo. Era un uomo amato da tutti e un vero signore del teatro – aggiunge il direttore artistico del Festival La Versiliana Massimo Martini -. Ricordo quando già da ragazzo frequentavo la Versiliana con mio padre Franco Martini, che della Versiliana è stato direttore artistico per oltre venti anni: bastava solo annunciare il nome di Proietti in cartellone per iniziare ad avere le linee del botteghino incandescenti. La gente lo amava e lui sapeva sempre ricambiare regalando spettacoli indimenticabili che emozionavano il pubblico di ogni età con il suo irripetibile talento e carisma. Ciao Gigi!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.