Passeggiata di Viareggio chiusa nei fine settimana, ipotesi al vaglio dopo l’incontro con le categorie

Focus durante la riunione sulle chiusure di bar e ristoranti e sul settore florovivaistico

Passeggiata di Viareggio chiusa nei fine settimana. E ‘l’ipotesi al vaglio del sindaco Giorgio Del Ghingaro dopo l’incontro di questa mattina (10 novembre) con le categorie economiche cittadine – Cia Versilia, Coldiretti, RiPav (rete imprese della passeggiata di Viareggio), Cna, Confesercenti, Confcommercio, Federalberghi e Camera di Commercio – a cui ha partecipato, per il comune, sia il primo cittadino che l’assessore alle attività produttive Alessandro Meciani.

Argomento principale ovviamente il passaggio della Toscana a zona arancione, con tutte le conseguenze del caso legate sia agli spostamenti fra comuni che alla sospensione delle attività di ristorazione.

Dopo un primo resoconto sui numeri dei positivi a Viareggio e in Versilia così come delle quarantene in atto, durante la riunione sono stati esaminati i problemi delle varie categorie. Primo tra tutti gli alberghi: in tutto 12 quelli aperti sul territorio. Una struttura ha, invece, dato la disponibilità per diventare albergo sanitario e ha messo a disposizione 40 posti letto.

Tra i vari settori, attenzione particolare è stata posta sul florovivaistico così importante per Viareggio, a maggior ragione in vista del Natale. Il sindaco ha rassicurato sulla possibilità di tenere aperti i mercati all’aperto, sia rionali che agro alimentari: “Molto è stato fatto rispetto al marzo scorso – ha detto il primo cittadino -: gli esercenti stessi sono più organizzati e consapevoli e, mantenendo i dovuti spazi e le vie di fuga, per adesso la chiusura sembra scongiurata”.

Il sindaco ha infine sottolineato come durante l’ultimo fine settimana, complice il bel tempo, la Passeggiata si sia riempita di cittadini e di turisti. “Una giornata che mi ha ricordato l’8 marzo scorso – ha detto – e della quale temo, vedremo nei prossimi giorni le conseguenze. A questo proposito il primo cittadino ha ribadito l’ipotesi, in corso di valutazione, della chiusura della Passeggiata già il prossimo fine settimana, ferma restando la volontà di tenere aperti più spazi possibili, sia per le attività presenti sia per garantire maggiori luoghi di passeggio ai cittadini.

“Il divieto di spostamento fra comuni dovrebbe già da solo contenere l’afflusso di gente verso il mare – ha sottolineato Del Ghingaro – vediamo come andrà l’andamento del contagio nei prossimi giorni e poi decideremo. Dobbiamo fare in modo che il nostro territorio non perda spinta economica o ne perda il meno possibile – ha concluso Del Ghingaro – dobbiamo trovare un fronte comune, garantire la sicurezza sanitaria, non far mancare risorse alle fasce più deboli e non per ultimo tenere in piedi il bilancio del Comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.