Un’isola ecologica per raccogliere e smaltire i rifiuti in mare: i primi risultati del progetto

Il progetto ha come capofila Sea Ambiente spa di Viareggio e ha coinvolto i pescherecci della marineria viareggina

Un’ isola ecologica per raccogliere e smaltire i rifiuti in mare. Questo grazie ai pescatori di Viareggio.

I primi risultati del progetto Isolem che ha coinvolto la marineria viareggina saranno presentati, on line, sabato (14 novembre)

Presentato lo scorso anno al Versilia Yachting Rendez Vous, il progetto ha coinvolto i pescherecci di Viareggio che si sono trasformati in una risorsa per combattere il problema dei rifiuti plastici in mare.

Isolem ha infatti creato un modello virtuoso fondato su una sinergia che coinvolge i pescherecci a strascico per quanto riguarda la raccolta a bordo dei rifiuti “pescati” in mare, e Sea Ambiente per quanto riguarda la gestione, il riciclo e l’eventuale smaltimento una volta arrivati a terra. I pescatori hanno così operato per portare i rifiuti in porto, classificarli e destinarli al riciclo, contribuendo così a liberare l’ambiente marino dalle plastiche. Questa attività è stata affiancata da iniziative per sviluppare una maggiore consapevolezza ambientale attraverso campagne pubbliche di sensibilizzazione al problema con il coinvolgimento della cittadinanza, delle istituzioni di governo del territorio, imprese, marineria e associazioni di categoria. Durante l’evento in programma sabato prossimi, saranno appunto analizzati i primi dati ottenuti.

Il progetto ha come capofila Sea Ambiente spa di Viareggio e come partner il Cibm di Livorno per la parte di ricerca, Navigo per la parte organizzativa e comunicativa e la Cittadella della Pesca. Isolem ha ottenuto il supporto della Regione Toscana che lo finanzierà attraverso lo strumento comunitario Feamp ad ulteriore riprova della centralità di questo tema per la Regione. Il modello toscano è divenuto, tra l’altro, una delle linee guida della direttiva dell’Unione Europea in materia di impianti portuali di raccolta per il conferimento dei rifiuti marini.

La modalità di partecipazione sarà online, attraverso il portale Teams al seguente link: https://teams.microsoft.com/l/meetup-join/19%3ameeting_OWQ4ODE5NmMtYTVjZi00N2NkLTlmMWItODQxMmZhOWU3NDU0%40thread.v2/0?context=%7b%22Tid%22%3a%22589f2afa-0681-4bd7-8a4e-cb4fc0986960%22%2c%22Oid%22%3a%227461ceaa-9bd8-4547-bc00-7753bda83976%22%7d

L’appuntamento sarà moderato da Pietro Angelini direttore generale Navigo innovazione e sviluppo della nautica con gli interventi di Massimiliano Bergamini – Sea Ambiente (capofila progetto), Alessandra Malfatti – Cittadella della Pesca (partner progetto), Paolo Sartor – Cibm di Livorno (partner progetto). Interverranno inoltre In Giorgio Del Ghingaro, sindaco di Viareggio, e Monia Monni, assessore della Regione Toscana all’ambiente, economia circolare e Protezione civile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.