Bloccati i tamponi alla Calandra, il titolare protesta: “Mi incateno nudo alla farmacia”

Il dottore Giovanni Bergamini è su tutte le furie: "Avevamo appuntamenti per i test fino alla prossima settimana di persone che non possono attendere i tempi dell'Asl"

Niente più tamponi, rapidi e molecolari, alla farmacia Calandra, come annunciato ieri (12 novembre).

Tutto bloccato: la comunicazione è arrivata pochi minuti fa. La motivazione? “Possono essere fatti solo all’interno di laboratori o strutture accreditate”.

Il titolare dottor Giovanni Bergamini, che aveva allestito il gazebo in una corte interna, e all’aperto, con tanto di gazebo e infermiera professionale per fare i test, firmando una convenzione con un laboratorio, è su tutte le furie e annuncia una protesta eclatante: “Mi incateno nudo alla farmacia” – spiega a Lucca in Diretta.

“La convenzione firmata con il laboratorio – aggiunge – l’avevo fatta anche visionare al mio avvocato di fiducia, e secondo il legale era tutto a norma. Ci siamo impegnati per poter collaborare con Labs per offrire un punto dove fare tamponi. Domani avevamo appuntamenti con persone disperate che sono in attesa di intervento chirurgico. Ricordo che quando iniziai a fare Ecg in telemedicina spesi 4mila euro di legale per difendermi dopo una ispezione che voleva bloccarmi! Adesso tutte le farmacie eseguono Ecg e tante vite si salvano-Ma il fatto di essere pionieri si paga.  Questa volta non sto zitto!“.

“Già per domani (14 novembre) – prosegue Bergamini –  avevamo appuntamenti fissati per i tamponi molecolari dalle 9,30 alle 12,15 e già saturato gli appuntamenti per i tamponi rapidi di martedi, mercoledi e giovedi della prossima settimana”.

“Alcune persone che avevano preso l’appuntanto per il molecolare – conclude – è  perché devono fare degli interventi chirurgici a breve e con l’Asl  le date per il test erano troppo lontane, per cui avevano deciso di fare uno sforzo economico pur di avere la risposta in tempi brevi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.