Covid 19, mozione di Dondolini (FdI): “Psicologo gratuito in farmacia”

Il consigliere comunale di Viareggio: "Il progetto è urgente"

Un servizio con lo psicologo, gratuito, in farmacia.

Lo chiede, in una mozione, il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Marco Dondolini.

“Stanno aumentando criticità emotive e depressione: l’amministrazione comunale di Viareggio istituisca il servizio gratuito dello psicologo in farmacia”. E’ questa la proposta sottoscritta anche dal capogruppo di FdI Carlalberto Tofanelli in considerazione dell’emergenza Covid 19 che “ha messo in grande difficoltà tutta la popolazione, non solo in termini economici e sanitari, ma anche sotto il punto di vista psicologico”.

“Il progetto ‘Lo Psicologo in Farmacia’ –  illustra Dondolini –  è adesso urgente. La disoccupazione generata dalla crisi economica ha causato un forte incremento nel numero di persone che soffrono di depressione, a cui si aggiungono altrettanti casi di burnout, cioè uno stato emotivo in cui il soggetto soffre di una completa perdita di motivazione. La consulenza di un professionista consente di raggiungere il cittadino promuovendo la sua salute emotiva e psicologica e tutelandolo dalla deriva commerciale che, iniziata con l’emergenza sanitaria a causa del Coronavirus, si protrarrà anche nelle fasi successive della pandemia”.

“Il servizio – aggiunge – si struttura all’interno degli spazi della farmacia, contesto facilmente accessibile e familiare, e si rivolge ai cittadini maggiorenni che possono usufruire di una consulenza gratuita, fornita da uno psicologo il quale accoglierà e analizzerà la domanda portata dalle persone che esprimono l’orientamento e le informazioni utili alla gestione della specifica richiesta. La consulenza psicologica in farmacia, già prevista dalla Legge 69/2009, persegue l’obiettivo della cura quotidiana del cittadino attraverso prestazioni a valenza comunicativa, relazionale ed educativa consentendo alla farmacia di rimanere fedele alla propria natura”.

“Lo psicologo in farmacia nasce per fornire un servizio di help desk psicologico per dare consulenza, sostegno e orientamento in forma gratuita a diverse fasce di età che lo richiedano ed è un’esperienza di successo in alcune città italiane che l’hanno già avviata. Per questo – conclude il consigliere FdI –  chiedo che il sindaco e la giunta si impegnino a individuare il percorso istituzionale idoneo all’attivazione del servizio, coinvolgendo in primis le farmacie comunali e sviluppando una progettualità estensibile poi a tutte quella presenti sul territorio”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.