Stazzema piange la morte di Ernesto Guidi: aveva compiuto 106 anni da poco

Un anno fa era intervenuto alla seduta del consiglio comunale per raccontare la sua storia lunga oltre un secolo fatta di lavoro, guerra, fame e fatica

Stazzema piange la morte di Ernesto Guidi. L’uomo aveva da poco compiuto 106 anni.

Il sindaco Maurizio Verona, a nome dell’amministrazione comunale di Stazzema, esprime le condoglianze alla famiglia. 

Un anno fa era intervenuto alla seduta del consiglio comunale per raccontare la sua storia lunga oltre un secolo fatta di lavoro, guerra, fame, fatica e ancora lavoro. L’amministrazione lo aveva omaggiato di una pergamena.

“Esprimiamo il cordoglio di una comunità che trova nei suoi anziani le radici per guardare al futuro –  commenta il sindaco di Stazzema, Maurizio Verona – e costruire una società più giusta. Ci hanno colpito molte cose della sua testimonianza, ma una cosa su tutte, quell’appello contro il ritorno dei fascismi, delle dittature, quell’appello a considerare quanto sia importante oggi e sempre il valore della libertà. Ricordava tra le cose che lo avevano segnato di più come quel fascismo che parlava di patria, lo aveva abbandonato in mezzo ad un deserto senza scarpe che si era costruito con della tela e che ogni sera rammendava. Nelle lunghe marce succhiava un rametto per non sentire la fatica. Senza libertà non si può vivere, ci ripeteva, e con questo ricordo lo salutiamo ringraziandolo del suo insegnamento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.