Emergenza Covid, 650mila euro di aiuti dal Comune di Pietrasanta a residenti in difficoltà

A tracciare un bilancio della attività del Comune di Pietrasanta è l’assessorato ai servizi sociali

Emergenza Covid, 650mila euro di aiuti dal Comune di Pietrasanta a residenti in difficoltà.

“502mila euro di aiuti stanziati, alcuni ancora in erogazione, alle famiglie pietrasantine in difficoltà a causa del Covid-19 dall’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti. 2mila 627 i soggetti già interessati dalle misure tra contributi, buoni spesa, pacchi alimentari ed altri concreti sostegni come il contributo straordinario per arginare gli effetti del lockdown su lavoro e portafogli o quello legato all’affitto. Sei i bandi pubblicati da maggio 2020. Due ancora quelli aperti e per cui è possibile presentare domanda. Si tratta del bando per le famiglie con disabili gravi sino ad un massimo di 900 euro ed il bonus sport. Dall’inizio della pandemia sono complessivamente 650 mila euro i contributi messi a disposizione della comunità di cui 150 mila euro statali”. A tracciare un bilancio dell’attività del Comune di Pietrasanta è l’assessorato ai servizi sociali.

“La nostra amministrazione è intervenuta con 500 mila euro di risorse dimostrando insieme a capacità di spesa anche capacità di costruire bandi e percorsi su misura delle esigenze della nostra comunità – spiega Elisa Bartoli, vicesindaco ed assessore al sociale – I soli buoni alimentari ed i pacchi spesa ci hanno permesso di aiutare sino ad oggi 915 soggetti. Penso poi ai 200 mila euro per il contributo straordinario destinato a lavoratori autonomi e disoccupati, inoccupati e disoccupati e quello per l’affitto di cui hanno beneficiato 82 famiglie, al bando per i nuclei con soggetti disabili gravi da 100 mila euro che è ancora aperto e ai bandi per sostenere l’attività delle associazioni che operano sul territorio per l’emergenza alimentare per altri complessivi 63mila euro. Abbiamo risorse e capacità per costruire percorsi sulla base dei bisogni della nostra comunità. Pietrasanta non lascerà indietro nessuno”.

Tante anche le attività: 866 le richieste pervenute al protocollo ad esclusione dei buoni spesa della protezione civile, quasi 3mila contatti telefonici informativi, 250 adempimenti amministrativi effettuati. “Dietro i risultati – spiega la Bartoli – c’è sempre un modello organizzativo e ci sono uomini e donne che voglio ringraziare partendo dagli uffici dei servizi sociali e casa, alle associazioni di volontariato e alla nostra Consulta del Volontariato che insieme a noi sta portando avanti un lavoro impegnativo, serio e fondamentale. Pietrasanta ha dato prova in questi mesi di solidarietà ed elasticità nell’affrontare le problematiche che via via si sono manifestate. Davanti a noi abbiamo ancora mesi impegnati ma abbiamo anche l’esperienza per affrontarli con concretezza e sensibilità“.

A proposito del bando per disabili istituito dall’amministrazione comunale di Pietrasanta ad integrazione del bonus regionale , l’amministrazione comunale precisa che per poter avere accesso al contributo del bando è necessario presentare l’attestazione di handicap grave ai sensi della legge 104/1992 articolo 3 comma 3 in corso di validità. Si invitano pertanto i cittadini, che non hanno allegato alla domanda l’attestazione di handicap grave ai sensi della legge 104/1992 articolo 3 comma 3 in corso di validità o che hanno allegato altre certificazioni, ad integrare la richiesta entro la data di scadenza del bando ovvero entro il 30 novembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.