Per la festa della Toscana anche il municipio di Pietrasanta si illumina di rosso e di bianco

Brizzolari: "Abbiamo sempre ricordato la storica data dell’abolizione della pena di morte coinvolgendo le scuole ed i giovani"

Per la festa della Toscana anche il municipio di Pietrasanta si illumina di rosso e di bianco.

La Toscana non rinuncia alla sua festa. Nell’anniversario dell’abolizione della pena di morte, il 30 novembre1786, ad opera del Granduca Leopoldo di Toscana, monumenti ed edifici del territorio si sono illuminati di rosso e bianco, in omaggio alla nostra regione.

All’iniziativa promossa dalla presidenza del consiglio comunale ha aderito il Comune di Pietrasanta.

Il municipio si è colorato, in occasione della ricorrenza del 30 novembre, di rosso e bianco.

“Abbiamo sempre ricordato la storica data dell’abolizione della pena di morte coinvolgendo le scuole ed i giovani con iniziative di grande evidenza anche pubblica. – ricorda Paola Brizzolari, presidente del consiglio – Quest’anno, a causa dell’emergenza, non è stato possibile ma non abbiamo voluto rinunciare alla festa della Toscana e a rimarcare il nostro quotidiano impegno per i diritti civili”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.