Quantcast

A Pietrasanta 300 saturimetri portatili in regalo ai cittadini più a rischio

Saranno distribuiti dai medici di base

Un regalo dal Comune di Pietrasanta ai cittadini più a rischio: verrano distribuiti, dai medici di base, 300 saturimetri portatili

Il Comune di Pietrasanta regalerà 300 saturimetri portatili ai suoi concittadini più fragili e ritenuti più a rischio contagio. La distribuzione sarà gestita direttamente dai medici di base generale che si occuperanno di individuare i pazienti. L’obiettivo dell’iniziativa è monitorare costantemente la loro salute, individuare velocemente possibili disfunzioni respiratorie e prevenire situazioni critiche. La sua funzione non è solo legata all’emergenza Covid-19, ma è molto utile alle persone che soffrono di malattie respiratorie, dall’asma alla bronchite cronica, dalle polmoniti alla bronco-pneumopatia cronica ostruttiva.

Non solo misure, contributi e bonus in aiuto a famiglie ed imprese, l’amministrazione comunale di Alberto Stefano Giovannetti ha deciso di fornire ai propri concittadini anche un valido strumento di monitoraggio della propria salute. La proposta, avanzata negli scorsi giorni dal medico e responsabile di medicina C dell’ospedale Versilia, Daniele Taccola è stata subito accolta dall’amministrazione comunale e concretizzata dall’assessore alle attività produttive, Francesca Bresciani e dall’assessorato al sociale, Elisa Bartoli con il supporto del capo di Gabinetto, Adamo Bernardi. “Il Covid ha messo a nudo tutte le nostre fragilità. – spiega il sindaco, Alberto Stefano Giovannetti – Il saturimetro può essere considerato un vero e proprio salvavita perché consente, in maniera autonoma nei casi non gravi, di misurare la quantità di ossigeno nel sangue e di valutare immediatamente se sia necessario recarsi al pronto soccorso o meno. In questo modo evitiamo di ingolfare ambulanze e corsie dei nostri ospedali che in queste settimane sono sovraccarichi”.

La consegna ufficiale ai medici di base è in programma venerdì 4 dicembre alle ore 12.00 davanti al Municipio. “I medici di medicina generale – spiega l’assessore Bresciani – sono sicuramente i soggetti più indicati a gestire la distribuzione dei saturimetri sulla base della fascia di reddito in cui si trova il paziente e sull’analisi, ancor più importante, del quadro clinico esistente oltre che dalla presenza di eventuali altre patologie. Nessuno meglio di loro può individuare coloro che ne hanno bisogno sulla base del quadro clinico e della presenza di eventuali altre malattie. Questo progetto, di cui ringrazio il dott. Daniele Taccola per averlo voluto condividere con noi, va oltre l’emergenza sanitaria ma risponde ad un bisogno di questo periodo durissimo per tutti noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.