La scuola popolare Pancho Villa al Varignano in prima linea per aiutare i ragazzi in difficoltà

Il progetto Elaboriamo il Quartiere selezionato da Banca Etica: per il finanziamento serve il supporto di tutti

Un crowdfunding per aiutare i ragazzi in difficoltà con la Dad. E’ il progetto Elaboriamo il Quartiere della scuola popolare Pancho Villa  di Viareggio, selezionato da Banca Etica: per il finanziamento serve il supporto di tutti.

La scuola popolare Pancho Villa, al Varignano, continua a essere in prima linea nel sostegno scolastico ai bambini e ragazzi in difficoltà. Per il 2021, l’associazione attiva da oltre dieci anni nel quartiere ha ideato un progetto che è stato selezionato da Banca Etica tra quelli meritevoli di un finanziamento economico.

Il progetto s’intitola Elaboriamo il Quartiere e si articola in due percorsi: da un lato, aiutare gli studenti e le loro famiglie a familiarizzare con gli strumenti informatici indispensabili per la didattica a distanza; dall’altro, fornire un’alternativa concreta alle situazioni di isolamento in cui si trovano tanti/e bambini/e e ragazzi/e, organizzando per loro delle attività tematiche di riscoperta del quartiere.

Le attività saranno gestite dai volontari dell’associazione e in prima persona da ex studenti della scuola popolare che dopo il termine del ciclo scolastico hanno deciso di proseguire gli studi.

Banca Etica cofinanzierà il progetto garantendo un contributo alla scuola popolare, se l’associazione riuscirà a reperire una somma da destinare all’iniziativa: per questo è stata lanciata una campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal basso, dove chiunque potrà sostenere il progetto con una donazione. Il termine ultimo per ottenere il budget necessario a ricevere il finanziamento di Banca Etica è fissato al 31 gennaio 2021.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.