Ucciso dal Covid a soli 30 anni: è la vittima più giovane della pandemia in Versilia

Il giovane di Solaio ha perso la sua battaglia contro il virus dopo un mese in ospedale

E’ morto per il Covid a soli 30 anni: Mario Magri è la vittima più giovane della pandemia in Versilia.

Il giovane di Pietrasanta, residente nella piccola frazione di Solaio, che era ricoverato all’ospedale di Lido di Camaiore ha perso la sua battaglia contro il virus, dopo aver lottato per circa un mese.

Ricoverato dopo alcuni disturbi, e dopo aver fatto il tampone, risultato positivo, il ragazzo lascia un fratello minore e i genitori Andrea e Manuela, che fino all’ultimo, anche se a distanza, non potendo entrare nel reparto Covid, hanno sperato, e pregato, in un miracolo.

L’ultima settimana Mario, che soffriva  fin da bimbo problemi di salute, ma aveva sempre vissuto una vita normale, si è aggravato, per poi spegnersi in una camera dell’ospedale Versilia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.