Concessioni balneari al 2033, Montemagni (Lega): “Inaccettabile procedura d’infrazione Ue”

Il commento della capogruppo in consiglio regionali dopo la notifica dell'Unione Europea

“E’ inaccettabile la procedura d’infrazione tesa a bloccare la proroga delle concessioni balneari al 2033”. E’ questo il commento della capogruppo in consiglio regionale della lega Elisa Montemagni dopo la notifica arrivata dall’Unione europea.

“Sono fortemente amareggiata – prosegue Montemagni – riguardo alla notifica di una procedura d’infrazione da parte dell’Ue nei confronti dell’Italia, in merito alla più che condivisibile proroga al 2033 delle concessioni balneari. Un’iniziativa infelice e da osteggiare che giunge in piena pandemia, disorientando i molti imprenditori del settore di tutte le nostre località marine toscane. Auspico, dunque che il Governo nazionale sappia reagire in modo chiaro e tempestivo a questa improvvida azione europea, salvaguardando i diritti di tanti lavoratori del settore. Come Lega, in primis con l’ex ministro Gian Marco Centinaio faremo di tutto per contrastare questo atto che conferma, per l’ennesima volta, come l’Unione Europea sia matrigna nei confronti del nostro Paese”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.