Recovery plan, il sindaco di Pietrasanta scrive a Mattarella e Conte: “Il governo coinvolga i Comuni”

Giovannetti: "Con quei soldi i comuni potrebbero realizzare tutti quei progetti capaci di rafforzare settori chiave come il turismo ed infrastrutture"

“Il governo coinvolga i comuni nella gestione dei fondi dell’Europa”. È il sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti a intervenire sul tema del Recovery Plan. Il primo cittadino della Piccola Atene ha scritto a Sergio Mattarella e a Giuseppe Conte

“È un’occasione che non capiterà più – spiega il sindaco in merito al dibattito in corso sulla destinazione dei fondi europei -. Con quei soldi i comuni potrebbero realizzare tutti quei progetti capaci di rafforzare settori chiave come il turismo ed infrastrutture. Progetti per cui oggi i comuni, soprattutto i piccoli comuni, non hanno risorse sufficienti e che richiedono tempi di realizzo lunghissimi”.

Una proposta, quella del sindaco di Pietrasanta che, come annunciato nelle scorse ore, ha inviato formalmente al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e al premier Giuseppe Conte, ma anche ai presidenti di Senato e Camera, al ministro dell’economia, al governatore della Toscana e all’Anci.

Il sindaco della Piccola Atene ha scritto nella lettera che “si tratterebbe di un’azione coraggiosa dove i territori, in quota parte, attraverso quelli che sono i loro organi di rappresentanza, prenderebbero parte con obiettivi concreti e di miglioramento, alla crescita di un paese più coeso”.

“Nella sua ricca articolazione il piano può coinvolgere i Comuni che collaborerebbero alla realizzazione delle linee d’azione previste, garantendo un significativo apporto per il suo successo – ha concluso Giovannetti – Insieme e uniti per affrontare le nuove sfide e pianificare con entusiasmo e determinazione la ripresa del nostro paese, questo è l’obiettivo che vogliamo raggiungere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.