Quantcast

Diffamato sui social, Daniel Griva presenta due denunce in quattro giorni

Il presidente e fondatore dell'assocazione Meglio di ieri: "Basta con i leoni da tastiera"

In soli quattro giorni il presidente, e fondatore, dell’assocazione Meglio di ieri si è visto costretto a presentare due denunce per diffamazione a mezzo social.

“Per dire no ai leoni da tastiera – precisa Daniel Griva, che si è rivolto, per tutelarsi, al suo legale di fiducia, l’avvocato Gianluca Pajatto – e per dare un segnale forte di doveroso rispetto nei confronti di chi, in modo volontario e per pura passione, porta avanti attività di socializzazione e di informazione”.

“Adesso basta, chi vuole operare nel miglior spirito collaborativo, aggregativo e informativo non può essere bersaglio continuo –  sbotta. Nel mirino sono finiti alcuni pesanti commenti scritti in occasione di dirette facebook dell’associazione Meglio di ieri”.

“L’associazione è stata costituita l’8 febbraio 2019 e ha come scopo sociale attività culturali e ricreative per valorizzare il territorio e favorire uno sviluppo turistico, economico e di benessere  – premette il presidente -, già nel suo primo anno di vita ha realizzato diverse manifestazioni che le hanno permesso di farsi conoscere ed apprezzare”.

“Con il verificarsi dell’emergenza Covid, non potendo più effettuare eventi in presenza, ho cominciato ad organizzare dirette sulla nostra pagina facebook ufficiale trattando argomenti di attualità invitando personaggi di altissimo profilo conosciuti a livello nazionale – prosegue Griva -. Oltretutto svolgo tutto gratuitamente e nel rispetto delle finalità dell’associazione che per definizione è apolitica e apartitica. Le dirette nell’arco del tempo hanno avuto sempre più seguito diventando ormai un appuntamento fisso coprendo tutto il territorio nazionale: ne abbiamo fatte oltre 100 superando le 650mila visualizzazioni e continueremo a farlo nello spirito che da sempre contraddistingue il gruppo e per promuovere la nostra realtà”.

“Probabilmente  questa visibilità ha infastidito qualcuno  – conclude Daniel Griva – ma presentando denuncia ho voluto dimostrare che è importante arginare il fenomeno dei troppi leoni da tastiera che fanno solo attacchi diffamatori e non critica costruttiva. Non abbiamo certo bisogno di questo in un’associazione giovane che trae linfa proprio dallo stare insieme, dal condividere, dall’essere propositivi all’insegna di uno spirito solidaristico che condanna ogni volgarità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.