Riccardo Zucconi (FdI): “Assurdo che la riduzione Tari riguardi solo alcune categorie”

Il parlamentare viareggino contesta i mancati sconti per attività alberghiere e della ristorazione, bar, pub, pizzerie, osterie e trattorie

“E’ assurdo che la riduzione della Tari a Viareggio riguardi solo alcune categorie”.  Lo afferma l’onorevole di Fratelli d’Italia Riccardo Zucconi.

“Leggiamo con stupore – spiega il parlamentare – che nel consiglio comunale di domani, dove andrà al voto la delibera di approvazione della Tari per l’anno 2021, saranno previste riduzioni solamente alcune categorie e in maniera minima”.

“Incredibilmente – aggiunge  – per tutte le altre categorie, che rappresentano uno dei settori trainanti dell’economia di Viareggio, non sono previsti sconti: parlo delle attività alberghiere e della ristorazione, bar, pub, pizzerie, osterie e trattorie, insomma il comparto che in termini di utenze non domestiche paga il maggior gettito con 1 milione 330mila685 euro all’anno”.

“Gravissimo poi che, a fronte di cinque mesi di chiusura pressochè totale delle attività – conclude Zucconi – il comune non abbia previsto  riduzioni Tari nemmeno per l’ annus horribilis 2020, per il quale la tassa sui rifiuti sarà incredibilmente e ingiustamente applicata per intero. Una scelta assurda che ritengo assolutamente insensata in un momento come questo, dove le amministrazioni comunali dovrebbero per prime supportare le attività del proprio territorio, specialmente quelle a rischio chiusura definitiva”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.