Oceaniche, il sindaco Giorgio Del Ghingaro querela Barbara Paci per diffamazione

La vicenda delle Vele di Turcato finisce a carte bollate

Giorgio Del Ghingaro ha dato mandato al suo legale di fiducia per querelare la consigliera dell’opposizione, e ex candidata a sindaco, Barbara Paci. 

Lo rende noto lo stesso primo cittadino di Viareggio, dopo che la capogruppo di minoranza ha inviato alla stampa il video del suo sopralluogo a Villa Borbone, affermando di aver trovato le Vele di Turcato in stato di degrado, criticando l’operato dell’amministrazione comunale per la gestione dell’opera.

Vele di Turcato, Barbara Paci: “Le ho trovate in stato di degrado in un deposito di villa Borbone”

La vicenda finisce a carte bollate: il reato ipotizzato dal sindaco è la diffamazione.

La polemica sulle Oceaniche di Turcato iniziò a fine dicembre del 2019, quando il consigliere della Lega Alessandro Santini le ritrovò abbandonate agli ex Macelli. E da quel momento, inclusa la campagna elettorale scorsa, i botta e risposta sono stati numerosi, anche dopo che il sindaco Giorgio Del Ghingaro ha assicurato che una volta eseguita la manutenzione sarebbe stata individuata una nuova collocazione in città per l’opera.

“Prendo visione che il sindaco voglia querelarmi non capendo assolutamente per quale motivo – risponde Barbara Paci –  sarà mia cura confrontarmi subito con il mio legale di fiducia, avvocato professore Enrico Marzaduri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.