Armati di coltello rapinano una donna davanti alla farmacia di Piano di Mommio: arrestati due camaioresi

Caccia aperta al terzo complice riuscito a dileguarsi

Beccati durante una rapina, un 33enne e un 51enne di Camaiore sono stati arrestati dai carabinieri di Massarosa.

Sabato scorso (9 gennaio), intorno alle 19,30, i due, con un terzo complice riuscito a dileguarsi, sono entrati nella farmacia di Piano di Mommio con l’idea di mettere a segno un colpo. Una volta dentro, resisi conto che erano presenti  diversi clienti all’interno, hanno rinunciato al piano. Tuttavia, una volta usciti,  i tre hanno preso di mira una signora che aveva appena parcheggiato con la propria autovettura e, mentre questa era ancora seduta sul sedile di guida, le hanno rivolto contro un grosso coltello intimandole di consegnare loro la sua borsa.

Dopo una prima resistenza della donna, il terzetto è riuscito a rubarle la borsa, contenente soldi, carte di pagamento e documenti ed oggetti vari, allontanandosi di corsa.

Una pattuglia di carabinieri, che transitava davanti la farmacia per un servizio di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, ha notato i tre  che, poco distante dal fatto, erano scesi in maniera sospetta da un’auto e, avendo anche ricevuto nel frattempo la segnalazione della rapina appena avvenuta ai danni della signora, li hanno subito seguiti e fermati per un controllo.

Uno dei tre, appena accortosi dei militari dell’Arma si è dileguato a piedi, gli altri due sono stati subito bloccati e, effettivamente, a seguito di perquisizione sono stati trovati in possesso della refurtiva, dei caschi e del coltello utilizzati per compiere la rapina.

I due rapinatori sono stati quindi portati in caserma, arrestati per il reato di rapina aggravata in concorso e successivamente sono stati portati in carcere a Lucca.

I carabinieri poi hanno provveduto a recuperare l’intera refurtiva, circa 500 euro il valore, tra borsa e soldi, che è stata restituita alla legittima proprietaria.
Intanto proseguono le indagini dei militari dell’arma per identificare il terzo complice dileguatosi.

I complimenti del Sindaco Alberto Coluccini e dell’amministrazione comunale ai carabinieri: “La sicurezza del nostro territorio è una priorità – commenta – e dobbiamo davvero ringraziare le forze dell’ordine per il loro impegno e per lo spirito di collaborazione, la sinergia tra istituzioni è fondamentale per ottenere risultati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.