Quantcast

Al via i lavori alla rete idrica a Torre del Lago

Investimento totale di circa 450mila euro

Al via i lavori alla rete idrica a Torre del Lago.  Sostituzione delle condotte, nuova distrettualizzazione della rete e monitoraggio permanente dei parametri di qualità: queste sono le principali traiettorie di intervento che l’amministrazione di Viareggio ha chiesto e ottenuto dal gestore idrico Gaia spa  sul territorio di Torre del Lago.

Un investimento totale di circa 450mila euro per una serie di lavori che riguarderanno, sul più lungo periodo, fino a 8 chilometri e mezzo di condotte su tutto il territorio comunale, in parte già avviati e altri da realizzarsi entro il 2022. L‘obiettivo è quello di ridurre e superare i fenomeni di torbidità e migliorare la qualità del servizio idrico erogato.

“Interventi importanti, attesi e che speriamo risolutivi – dichiara l’assessore Federico Pierucci –: un progetto che mette al centro Torre del Lago, le istanze dei cittadini e i bisogni di una frazione che variano al variare della popolazione residente. Un processo di innovazione e rinnovamento della rete idrica che porterà ad un miglioramento del servizio ma anche un minor consumo di acqua, prevenendone la dispersione”.

“Siamo pronti a fare quanto necessario per superare le criticità di Torre del Lago – aggiunge Vincenzo Colle, presidente di Gaia – lavoriamo come sempre in sinergia con l’Amministrazione comunale»”.

In particolare alcune opere di sostituzione dei tratti più critici delle condotte acquedotto per circa 1 chilometro di lunghezza, prenderanno il via già da prima dell’estate, dopo la distrettualizzazione della rete e il monitoraggio di tutti i parametri. Queste prime sostituzioni riguarderanno Via Guido Rossa (nel tratto tra via Guidicciona e via Zanardelli), via della Caserma, via Volta e via Don Lazzeri.

La rete idrica di Torre del Lago è alimentata dalle fonti di Frati a Camaiore e Bottaccio di Stiava a Massarosa, rispettivamente addotte al serbatoio Monte Moneta e al serbatoio Gulfa. La torbidità dell’acqua al rubinetto per i cittadini abitanti della zona è dovuta alla presenza di ossidi di ferro nelle tubazioni, un fenomeno che si manifesta con maggiore frequenza nella stagione estiva, quando aumentano i consumi e dunque variano le pressioni in rete. La velocità media nelle condotte è generalmente molto bassa (< 0.2 m/s) e ciò favorisce il ristagno dell’acqua e la formazione degli ossidi sulle pareti interne delle tubazioni, che vengono poi trascinati via con l’aumento di velocità dovuto all’aumento dei consumi.

La distrettualizzazione consiste nella suddivisione di una rete in distretti territoriali quanto più possibile omogenei e ha lo scopo di migliorare la gestione e la manutenzione della stessa rete. I lavori di distrettualizzazione, comprensivi dell’installazione e sostituzione delle valvole di regolazione (50 valvole di sezionamento di grandi dimensioni e 5 idrovalvole automatiche di regolazione) sono già iniziati e che si protrarranno fino a maggio prossimo: questi interventi consentiranno un maggior recupero delle perdite e una migliore gestione degli spurghi.

Grazie all’attivazione di monitoraggi permanenti su tutta la rete acquedotto su 10 stazioni di misura e monitoraggio, visionati in continuo dal sistema di controllo, sarà invece possibile tenere sotto costante osservazione i parametri dell’acqua e l’eventuale superamento di soglie critiche in termini di torbidità e cloro residuo. I dati del monitoraggio di torbidità serviranno poi ad indirizzare correttamente gli interventi di sostituzione: i tratti più critici della rete acquedotto saranno rinnovati attraverso la sostituzione delle condotte e la realizzazione di anelli di distribuzione che mitigheranno i fenomeni di torbidità dovuti al ristagno dell’acqua nelle tubazioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.