Covid e restrizioni, Zucconi: “Si permetta anche agli alberghi di essere raggiunti da fuori regione”

Il parlamentare di Fratelli d'Italia annuncia interrogazione

Covid, dpmc, seconde case e alberghi: Fratelli d’Italia si unisce all’appello di Federalberghi e annuncia un’interrogazione al governo affinchè, dopo l’allentamento sulle seconde case, faccia “chiarezza e per verificare, ed eventualmente far venire meno, questa ingiustificabile discriminazione nei confronti degli alberghi, strutture ricettive che garantiscono allo Stato da sempre tasse e occupazione.

Lo rende noto l’onorevole Riccardo Zucconi, capogruppo in commissione turismo, attività produttive e commercio.

“La situazione di totale incertezza  –  spiega il parlamentare – continua a regnare sovrana anche in ambito turistico. Dopo i ristori, incerti e incongrui, il nuovo dpcm varato dal governo, sembrerebbe permettere ai cittadini di raggiungere le seconde case anche fuori regione. Notizie di stampa, infatti, riferiscono di una nota del governo che consentirebbe di raggiungere le seconde case, indipendentemente dalla fascia di colore e addirittura fuori regione.  Mi unisco all’appello di Federalberghi affinchè si permetta anche agli alberghi, qualora tutto cio’ fosse confermato, di essere raggiunti anche fuori regione!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.