Quattro milioni per la sicurezza idraulica a Massarosa

Il sindaco: "Priorità dell'amministrazione"

Quattro milioni per la sicurezza idraulica a Massarosa.

Un vasto programma di interventi, a cui sta lavoramdo il sindaco Alberto Coluccini con la sua giunta con cantieri già pronti a partire, progetti definitivi e pianificazione di nuovi progetti per un totale di quasi 4 milioni di euro di opere idrauliche, in sinergia con il consorzio di Bonifica. Lavori già in fase esecutiva per circa 1 milione e 300mila euro, progetti definitivi per 1 milione e 500mila euro, ma l’Amministrazione comunale ha fatto predisporre agli uffici tecnici anche un ulteriore piano dettagliato di interventi su diversi corsi d’acqua, sul quale coinvolgere sempre il Consorzio nel reperimento delle risorse necessarie.

“La sicurezza idraulica è una priorità del mio mandato amministrativo – conferma il sindaco Alberto Coluccini – stiamo predisponendo un piano di interventi risolutivi per molte delle annose criticità che puntualmente si ripresentano in diverse aree del territorio”

Sul fonte dei progetti esecutivi con il Consorzio al via i lavori sul canale acque alte ponente, per 736mila euro, con la messa in sicurezza strutturale di un nuovo tratto del canale di circa 500 metri, che si va ad aggiungere ai precedenti tre lotti ed è fondamentale per l’intero abitato di Piano di Mommio. Già esecutivi anche i progetti da 350mila euro per il prolungamento del sifone del canale Brentino sotto il canale Fontana e da 230mila euro per la sistemazione degli argini del fosso Carraia. Mentre il programma dei progetti definitivi con il Consorzio si completa con il rifacimento del sifone canale di Ponente Canale Forcelle, i lavori di sistemazione dei canali Ritomboli e Balvedere e l’adeguamento della sezione d’alveo e delle arginature del farabola -Sassaia. Infine è già stata fatta richiesta alla Regione, sempre tramite il Consorzio, del finanziamento della progettazione esecutiva di interventi di tipo idraulico sui corsi d’acqua Fontana, Macellarino, Bruccone e Bagnaia nell’ambito del programma di interventi DODS 2021.

“Non ci fermiamo il piano di interventi è complesso – spiega il Sindaco Coluccini – e grazie ad un continuo monitoraggio delle criticità e ad un lavoro serio e costante di progettazione il programma prosegue per arrivare ad una messa in sicurezza più ampia e duratura possibile”

È già pronto un progetto preliminare per la sistemazione del reticolo idrografico minore per il Macellarino in modo da poter risolvere la questione degli allagamenti tra la Sarzanese, Via del Porto, Via Casavecchia e le aree limitrofe a Bozzano. Anche per il Rio Bruccone a Stiava è stato predisposto un progetto preliminare con tanto di quadro economico di 720.000 euro per risagomare il corso d’acqua in località Selvarelle, dove ci sono gravi problemi di erosione causati da alcuni restringimenti a valle. Serviranno invece 200.000 euro, secondo il progetto preliminare, per sistemare il Rio Bagnaia a Massaciuccoli, nel tratto a monte di via Pietra a Padule, ed è previsto nel progetto anche il rifacimento dello sbocco nel lago. Intervento di rafforzamento infine degli argini per il Fosso Fontana a Piano di Conca, da progettare con il consorzio di Bonifca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.