Quantcast

Tanta pioggia in Versilia ma nessun danno: intenso lavoro del consorzio di bonifica

Accese tutte le idrovore per evitare allagamenti

Maltempo in Versilia: intenso lavoro per gli uomini della Bonifica che sono intervenuti per tutta la notte.

Tanta pioggia, nessun danno registrato al momento: regge la rete dei canali ed è in funzione tutto il sistema idraulico delle pompe idrovore per i territori sotto il livello del mare. Lago di Massaciuccoli in crescita (+28 centimetri) richiede per la terza volta in meno di due mesi l’accensione straordinaria dell’impianto Bufalina.

La pioggia continua caduta nelle ultime 24 ore su tutta la Versilia non fa registrare allagamenti grazie anche al presidio degli uomini del consorzio di Bonifica. Accese tutte le idrovore per aiutare il deflusso ed evitare allagamenti delle zone interne che si trovano sotto il livello del mare. Forte di Marmi, Capezzano, la campagna di Pietrasanta, le Bocchette, Piano di Mommio, i quartieri alle spalle di Viareggio, Piano del Quercione, Massarosa, Bozzano, Quiesa possono contare sul pompaggio degli impianti dell’ente.

Intensa e continua dal pomeriggio di ieri e per tutta la notte la perlustrazione della rete dei corsi d’acqua minori e dei fiumi. Interventi puntuali sono stati necessari per evitare blocchi e intasamenti sui corsi d’acqua in piena per le piogge.

Sul fronte del bacino del Massaciuccoli è stato necessario accendere per la terza volta in meno di due mesi l’idrovora della Bufalina per liberare il Lago dalle quantità di acqua piovuta che ha portato il livello a sfiorare i 28 cm sopra il mare anche dovuto all’ostacolo al deflusso naturale del canale Burlamacca.

Collaborazione attiva con i comuni di Viareggio e Massarosa ai quali il consorzio ha segnalato nella notte ostruzioni di tombini posti a cavallo di strade comunali: nella pineta di Ponente a Viareggio e nella bonifica di Ponente a Massarosa.

A Lido di Camaiore un grosso pino è caduto nel canale del Teso, dietro l’ospedale Versilia e sono in corso le operazioni per la sua rimozione. L’albero è stato sradicato dall’insieme di piogge e vento e si è appoggiato col tronco sull’argine. Non ha provocato danni a persone o abitazioni e nemmeno al funzionamento del canale, lasciando l’acqua libera di defluire.

Lavoro intenso anche sul fronte del fiume Serchio in piena: il consorzio ha chiuso tutte le paratoie in accordo con il Genio Civile della Regione Toscana. Il sistema delle paratoie impedisce al Fiume ingrossato dalle piogge di rientrare verso le zone interne a Bocca di Serchio, ad Avane a Filettole e in località Laiano. Il superamento dei livelli di guardia ha anche reso necessario l’accensione delle stazioni idrovore di Filettole e Avane per aiutare il deflusso dell’acqua dai centri abitati ed evitare allagamenti sulle zone.

La quantità di pioggia caduta nelle 24 ore registrata dai pluviometri ha innalzato i livelli dei corsi d’acqua principali: 205mm a Cardoso, 173 a Terrinca, 67,4 a Strettoia col raggiungimento del livello di guardia del Versilia alle 5 di questa mattina. Più contenuti gli incrementi man mano che si scende verso sud con 64 mm a Lido di Camaiore, 50  Viareggio e 41 a Torre del Lago.

Gli uomini restano al lavoro sul territorio e la sala operativa del Consorzio è a disposizione per segnalazioni sull’area al numero 347/7000.146.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.