Quantcast

Perini Navi, Rossi (Fiom Cgil): “Chi acquisirà l’azienda dovrà garantire sicurezze economiche ed industriali”

I segretario: "Necessario ricostruire ciò che la ex gestione aziendale ha distrutto"

Sulla vicenda della Perini Navi interviene Mauro Rossi, segretario generale Fiom Cgil: “È necessario ricostruire ciò che una gestione aziendale scellerata ha distrutto. Bisogna farlo in tempi rapidi e bene. Altrimenti i rischi saranno altissimi”.

“Tutti coloro che hanno un ruolo in questa fase dovrebbero muoversi convintamente, e di concerto, in questa direzione – continua il segretario -. Soggetti industriali interessati a rilevare l’azienda, come era prevedibile, ce ne sono più di uno. Sta al Tribunale di Lucca l’onere della scelta ma alle Istituzioni, Regione e Comune di Viareggio, il diritto-dovere di far sentire la propria voce ed esprimere il proprio punto di vista nell’interesse della nautica e della città di Viareggio”.

“Per quanto ci riguarda, come affermiamo da tempo, non abbiamo dubbi. Va salvaguardata l’occupazione (quella diretta e quella indiretta e l’unitarietà dell’azienda (i due stabilimenti di Viareggio e di La Spezia sono e debbono rimanere complementari ) – prosegue -. Il soggetto che vorrà acquisire Perini Navi dovrà essere in grado di fornire tutte le garanzie necessarie, economiche ed industriali. Chiediamo di poterci confrontare con i rispettivi piani industriali ma anche sui modelli produttivi e di relazioni sindacali che li contraddistinguono”.

Sostieni l’informazione gratuita con una donazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.