Quantcast

Covid a Viareggio, il sindaco: “2/3 famiglie numerose contagiate, attenzione massima, o dovremo prendere provvedimenti”

Del Ghingaro: "Dopo i tre fine settimana di zona gialla con la Passeggiata inondata di gente ora se ne paga le conseguenze"

Dopo l’aumento dei contagi in Toscana, e a Viareggio, dove oggi (25 febbraio) si sono registrati 59 nuovi casi, il sindaco Giorgio Del Ghingaro torna, con un video sulla sulla sua pagina Facebook, a parlare con i cittadini.

Il primo cittadino non si sofferma sul solo dato odierno, ma spiega che, ad oggi, se in tutta la Versilia i contagi sono stati 676, Viareggio ne ha contati 319. Di questi, 45 sono le persone ricoverate in ospedale, 32 in reparti Covid ordinari, 4 in terapia intensiva e 9 in riabilitazione.

Se a gennaio i nuovi positivi sono stati 432, nel mese corrente di febbraio sono saliti a 512.

I fattori dell’incremento? “Due, principalmente – spiega Del Ghingaro -, uno generalizzato, come nel resto d’Italia, l’altro i tre fine settimana di zona gialla dove la Passeggiata di Viareggio è stata letteralmente presa d’assalto e ora se ne pagano le conseguenze”

“Da inizio pandemia a Viareggio i casi sono stati 2297 casi, con 90 morti -prosegue il sindaco -.In percentjale si tratta del 3,71%  della popolazione, che sembra un numero piccolo ma che invece è importante”.

Poi le raccomandazioni d’obbligo da parte di Del Ghingaro: “Rispettate le prescrizioni, mascherine, distanze e no assembramenti”.

“Siamo arancioni – conclude il sindaco -, i dati in Toscana sono in aumento impressionante, si rischia di andare in zona rossa. dobbiamo fare in modo che non succedaDal monitoraggio con l’ Asl, tra Viareggio e Torre del Lago ci sono 2 / 3 famiglie numerose contagiate, quindi tenere alta attenzione, altrimenti  dovremo prendere provvedimenti”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.