Quantcast

Nel Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli un turismo sostenibile

È partito il percorso di adesione alla carta europea

Sostenere e promuovere un turismo attento all’ambiente: è partito il percorso che porterà il Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli ad aderire alla carta europea del turismo sostenibile (Cets) nata su iniziativa della federazione Europarc, l’organizzazione ombrello delle aree protette d’Europa.

“Nato nel 1979 per contrastare progetti di speculazione edilizia sul territorio,  spiega il presidente Giovanni Maffei Cardellini . con il passare degli anni la missione del Parco si è evoluta affiancando alla salvaguardia i temi della fruizione e dell’educazione ambientale”

“Un Parco delle opportunità, da vivere e scoprire perché è solo conoscendo la natura che si impara ad amarla e rispettarla. Sarà un patto tra gli attori turistici presenti sul territorio: il Parco, gli enti locali, le associazioni e le imprese che si occupano di turismo, le guide ambientali – continua il direttore Riccardo Gaddi – Insieme dobbiamo pianificare un turismo sostenibile»”

Dopo il primo passaggio già effettuato, l’adesione dell’ente a principi della Cets, in questi giorni iniziano gli incontri per coinvolgere gli attori del territorio: operatori turistici, enti locali, organizzazioni per la conservazione. Per il primo incontro, che verterà sulla presentazione del progetto, appuntamento mercoledì 10 marzo alle 10.30: gli operatori interessati a partecipare, come guide ambientali e imprenditori turistici, possono contattare la responsabile inviando una mail a s.paoli@sanrossore.toscana.it. Dalle riunioni del Forum emergerà la strategia per il turismo sostenibile a medio termine ed un conseguente piano di azione.

Come si comporta un’area Cets: Comunica ai visitatori le speciali qualità che la caratterizzano, garantisce che la promozione si basi su immagini autentiche e sia sensibile ai bisogni ed alle capacità di luoghi diversi in momenti diversi. Coinvolge la comunità locale nella pianificazione del turismo, sviluppa un turismo specifico per l’area, promuove l’acquisto di prodotti locali, incoraggia l’impiego degli abitanti locali nel turismo, promuove l’uso del trasporto pubblico, della bicicletta e della passeggiata come alternative ai mezzi di trasporto privati. Tra i vantaggi dell’adesione: un più alto profilo nel panorama europeo quale area impegnata nel turismo sostenibile e l’opportunità di rafforzare le pubbliche relazioni e di sensibilizzare i visitatori e i media locali e nazionali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.