Quantcast

Belluomini (Rifondazione comunista): “Viareggio è nell’incuria, mancano pulizia e manutenzione”

Il segretario del partito: "il turismo e quindi l'accoglienza, dovrebbe avere un assessorato con solo la delega alla tutela, alla manutenzione e  al  miglioramento della città"

Viareggio non tanti anni fa era considerata la Perla del Tirreno. Oggi tutto è abbandonato al caso: incuria, mancanza di pulizia e di manutenzione fanno da padrona. Difficilmente si trova altro luogo turistico in queste pietose condizioni!”

Lo denuncia il segretario di Rifondazione Comunista Bruno Belluomini.

“Non vogliamo addossare tutte le responsabilità all’attuale amministrazione perchè questo decadimento avviene da decenni e nessuna amministrazione ha lavorato affinchè questa nave fantasma trovasse una nuova rotta – spiega -. Nessuno, in particolare l’amministrazione vigente, ha fatto programmi degni di un recupero e di una ripresa della nostra città, praticamente navighiamo a vista e ci limitiamo ad eseguire l’ordinaria amministrazione. Gli amministratori non cercano nessun confronto con la cittadinanza, con gli operatori economici, sociali e culturali, non si preoccupano affatto di riconoscere lo stato di degrado in cui Viareggio versa e non riescono ad elaborare un serio programma per il rilancio della città”.

Un comune come il nostro – prosegue – dove l’attività principale è il turismo e quindi l’accoglienza, dovrebbe avere un assessorato con solo la delega alla tutela, alla manutenzione e  al  miglioramento della città. Sono molti i luoghi sensibili del territorio: dagli arenili alle pinete, dalle zone palustri al lago, tutto ciò non può essere ripartito tra vari assessorati ma dovrebbe avere un apposito dirigente. In questi mesi si è fatto un gran parlare delle pinete e tutti hanno manifestato il loro pensiero. Ma non è con i pensieri che si salva il verde, serve un apposito responsabile, un apposito ufficio e un apposito dirigente. Non può essere demandato questo compito al comandante dei vigili urbani, non può essere il controllato il responsabile di chi è preposto al controllo”.

“Siamo alla fine della prima decade di maggio – conclude Belluomini –  ma la pulizia latita, l’erba continua a crescere rigogliosa come non mai, e tutto è uguale a prima del Covid, ma il sindaco continua coi proclami dicendo che Viareggio è ripartita e guarda avanti. Per favore sindaco, lei e la sua giunta prendete una bicicletta e andate in viale Capponi o sul viale dei tigli dove non c’è traffico e nell’assoluta sicurezza potete vedere e ammirare la ripartenza”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.