Quantcast

Cavalcavia Viareggio, Fantozzi e Dondolini: “Struttura in pessimo stato, investire su prevenzione e sicurezza”

I consiglieri di FdI: "Servono controlli approfonditi per verificare la stabilità dell’intera struttura, va garantita la tranquillità di chi vi transita"

“Da tempo i cittadini denunciano il pessimo stato di manutenzione della parte sottostante della struttura del cavalcavia all’altezza della Torre Matilde a Viareggio, i piloni sono fortemente degradati ed una profonda crepa corre lungo uno dei piloni. Il cemento in alcuni punti si sta sgretolando”. Così il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vittorio Fantozzi, ed il consigliere comunale di Viareggio Marco Dondolini, che chiedono “controlli approfonditi per verificare la stabilità dell’intera struttura”.

“Va garantita la sicurezza a chi transita sopra e sotto il cavalcavia ma, soprattutto – commentano – serve un intervento immediato di manutenzione visto che il cavalcavia è tra le strade più trafficate di Viareggio e su di esso transitano auto e mezzi pesanti”.

“Dal Comune  – concludono i consiglieri – fanno sapere che la stabilità del cavalcavia viene monitorata ‘periodicamente’. Ma cosa significa? Ogni quanto? Il monitoraggio deve essere costante per registrare qualsiasi cambiamento, ulteriori crepe e mutamenti della struttura, serve un monitoraggio h24. Le vicende come quelle del ponte Morandi e del ponte di Albiano Magra devono servire da monito: bisogna investire su prevenzione e sicurezza. Non lasceremo niente di intentato, chi di dovere deve compiere le doverose verifiche”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.