Quantcast

Monte Magno, approvato il progetto definitivo per l’ampliamento di un tornante foto

La curva sarà messa in sicurezza

Passi avanti per l’iter amministrativo e progettuale dei lavori di ampliamento di una curva (al km 19+100) della sp 1 Fracigena (via per Camaiore) sul Monte Magno nel comune di Camaiore.

Con un decreto deliberativo firmato in questi giorni dal presidente della Provincia Luca Menesini, infatti, l’ente di Palazzo Ducale ha approvato il progetto definitivo dell’intervento che partirà nei prossimi mesi estivi per concludersi a fine settembre o ad inizio ottobre.

I lavori consisteranno nel miglioramento della sicurezza stradale nel tratto in oggetto: un ampliamento del tornante che allargherà la visuale degli automobilisti. La curva, infatti, è in un tratto di strada abbastanza stretto, presenta pericoli soprattutto per i mezzi pesanti con rimorchio e crea difficoltà nell’incrocio dei veicoli, senza contare il filare dei tigli lato strada tutelati dal Ministeri dei beni ambientali e culturali e la mancanza di illuminazione nelle ore notturne. Inoltre – anche per la tipologia della ricostruita dinamica di alcuni incidenti stradali verificatisi in loco – l’ampliamento del tornante aiuterà i veicoli a non invadere la corsia nel senso opposto di marcia; la strada nel tratto in questione è in salita in direzione Lucca e in discesa in direzione Camaiore.

Durante i mesi estivi, poi, il traffico sulla sp 1 Fracigena aumenta notevolmente a causa del pendolarismo tra la Piana di Lucca e la Versilia: la via per Camaiore rappresenta una delle direttrici più frequentate per raggiungere le destinazioni vacanziere della Versilia, e sull’arteria provinciale sono comunque presenti diversi stabilimenti industriali che “muovono” un discreto volume di traffico pesante.

I lavori – concertati dalla Provincia insieme con il Comune di Camaiore – riguarderanno appunto l’ampliamento della sede stradale in corrispondenza del raggio minimo di curvatura, ma anche la regimazione delle acque a valle del tornante mediante la realizzazione di un tratto di zanella in calcestruzzo, nonché la sistemazione della piazzola di sosta posta nelle vicinanze.

Il progetto – che prevede la realizzazione di opere interamente poste sul sedime stradale per cui non è necessario procedere né ad espropri né ad occupazioni temporanee – è finanziato con 60mila euro, metà di provenienza regionale, l’altra metà con fondi del bilancio della Provincia di Lucca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.