Quantcast

Viareggio, bandiere a mezz’asta e corteo cittadino per ricordare le vittime del disastro ferroviario

In strada anche il Partito democratico. Modifiche alla sosta e alla viabilità per consentire il passaggio della memoria

Bandiere a mezz’asta in segno di cordoglio per il Comune di Viareggio. Domani (29 giugno) è infatti la giornata della memoria cittadina, in ricordo del disastro ferroviario di 12 anni fa.

L’amministrazione invita anche i cittadini ad astenersi dalle attività ludiche e ricreative che vadano in contrasto coi valori della commemorazione. E’ previsto infatti un corteo cittadino a partire dalle 21,15 che sarà supportato dal settore di protezione civile comunale con presidi sanitari, scorte d’acqua e monitoraggio generale. Il comando di polizia municipale si occuperà invece del coordinamento di tutta la materia relativa al traffico veicolare nelle zone coinvolte dal passaggio del corteo a cui prenderà parte anche il Partito democratico.

“La strage ferroviaria del 29 giugno 2009 è una ferita ancora aperta e dolorosa per la nostra comunità – afferma il Partito democratico di Viareggio –. A distanza di 12 anni nessuno di noi può dimenticare quella tragica notte in cui il deragliamento di un treno merci provocò l’esplosione di una cisterna di Gpl e un incendio che si propagò in poco tempo dalla stazione alle case circostanti. Un terribile disastro in cui non solo è andata distrutta una parte della città ma hanno perso la vita 32 persone. Il Pd non dimentica quel giorno e non dimentica i familiari delle vittime che per dodici anni hanno chiesto alla giustizia di individuare i responsabili di quella strage. E ci fa male pensare che questa ineludibile richiesta sia invece rimasta disattesa, dal momento che lo scorso gennaio sono stati dichiarati prescritti gli omicidi colposi per la strage di Viareggio, a seguito dell’esclusione dell’aggravante della violazione delle norme di sicurezza sul lavoro. Un’offesa alle vittime, ai loro parenti e a tutta la città”.

“Per queste ragioni – conclude il Pd – il Partito democratico il 29 giugno parteciperà al corteo in memoria delle vittime della strage di Viareggio, al fianco dei familiari, per chiedere che sia fatta giustizia e per pretendere non solo che la verità emerga ma anche che si continui a tenere alta l’attenzione sui temi della sicurezza ferroviaria affinché certe sciagure non si ripetano”.

Le modifiche alla viabilità

In particolare dalle 20,30 e fino al termine della manifestazione (presumibilmente intorno a mezzanotte), e per il tempo necessario al transito dei partecipanti, è istituito il divieto di transito temporaneo sulle strade lungo il percorso del corteo commemorativo: piazzale Margherita, viale Margherita (se necessario viale Manin), via Mazzini, piazza Dante Alighieri, via Burlamacchi, Corso Garibaldi, Sede della Croce Verde, piazza Sant’Antonio, via Galvani, piazza Santa Maria, Cavalcavia Ferroviario, Largo Risorgimento, piazzale Pam, via Porta Pietrasanta e via Ponchielli dov’è fissato l’arrivo.

Per motivi di viabilità, potrà essere interdetto il viale Manin, il viale Carducci nel tratto compreso tra via Vespucci e piazza Mazzini, via Da Vinci e XX Settembre a mare del viale Buonarroti, via Bottego. Dalle 21,30 all’una di notte sarà istituito il divieto di transito in via Porta Pietrasanta nel tratto compreso tra la via Aurelia e il piazzale Pam, potrà essere istituito il divieto di transito sul Largo Risorgimento nel tratto compreso tra la via Tobino e il cavalcavia nel senso di circolazione, sarà istituita l’inversione di marcia in via Bottego (normalmente monti-mare) nel tratto compreso tra la via Ponchielli e la via Aurelia (temporaneamente con direzione da mare verso monti) e potrà, qualora se ne verifichi la necessità, essere interdetta la circolazione su ogni altra strada, funzionale al transito in sicurezza del corteo e per la regolazione del traffico;

Dalle 19 all’1 del giorno successivo o comunque fino al termine della manifestazione sarà istituito il divieto di sosta in via Porta Pietrasanta ambo i lati con rimozione coatta tra la via Ponchielli e piazzale Pam, il divieto di sosta su tutta la via Ponchielli (dalle 14), il divieto di sosta con rimozione coatta in via Galvani lato mare e in piazza Sant’Antonio di fronte alla chiesa, istituito il dieto di sosta con rimozione coatta in piazza Mazzini sulla traversa di raccordo tra il prolungamento della via Mazzini e il viale Margherita, ambo i lati.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.