Quantcast

Viareggio, alla galleria d’arte moderna apre la personale di Jean Michel Folon foto

La mostra rimarrà visitabile fino al 10 ottobre ed è un omaggio della città all’artista belga scomparso nel 2005

E’ stata inaugurata questa mattina  (9 luglio) alla galleria d’arte moderna e contemporanea Viani Universi Leggeri, la vita è un sogno, personale di Jean Michel Folon: un omaggio della città all’artista belga scomparso nel 2005 che con Viareggio aveva costruito un profondo legame.

La mostra, curata da Massimo Marsili su progetto espositivo di Paolo Riani, è un percorso espositivo che vede oltre 70 opere tra pittura, scultura, ceramiche, interamente dedicate al tema del viaggio.

Presenti al taglio del nastro il sindaco Giorgio Del Ghingaro, il presidente della Regione Eugenio Giani, la questora di Lucca Alessandra Faranda Cordella, il vicepresidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca Raffaele Domenici, l’assessora alla cultura del Comune di Vireggio Sandra Mei e Pauline Loumaye responsabile mostre della Fondazione Folon.

“Folon con Viareggio aveva un  legame ed un sodalizio profondi – dichiara il sindaco Giorgio Del Ghingaro -: oggi l’artista è ospitato nelle sale della Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea in un percorso espositivo che si sviluppa su tre temi tutti legati al viaggio. Viaggio declinato in tutte le sue sfaccettature,  nelle infinite sfumature della luce e nelle consistenze molteplici della materia”.

L’esposizione infatti è un viaggio nella poetica di Folon viaggiatore e testimone per eccellenza che ha saputo trasporre nella pittura e nella scultura la dimensione del viaggio in rapporto al tempo, al luogo, all’uomo, allo spazio, alla vita.  Il percorso espositivo si sviluppa su tre temi: il viaggio interiore, una  sezione che illustra la ricerca introspettiva dell’individuo; le difficoltà del viaggio, che  illustra il confronto con quanto di negativo c’è fuori da sé ed i pericoli individuali e sociopolitici che il sé può incontrare; il grande viaggio che illustra il viaggio nello spazio e la sua interlocuzione con un sé consapevole, attento che dal viaggio trae valori e comprensione autentica del mondo.

Una sala della galleria è infine dedicata a “il teatro si fa scena”, l’opera la Bohème di Giacomo Puccini che Folon aveva tratteggiato nelle sue opere, firmando per il Festival Puccini una delle produzioni di maggior successo del progetto Scolpire l’opera e per la quale fu  assegnato il Premio Abbiati.

“Il ringraziamento speciale dell’Amministrazione – conclude il primo cittadino – va a quanti si sono impegnati per l’allestimento dell’esposizione che affascina per il tema e per la location. Bellezza su bellezza come sempre a Viareggio: benvenuti nella nostra Città”

La mostra, è visitabile fino al 10 ottobre, negli orari di apertura della galleria dal martedì alla domenica dalle 18 alle 23.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.