Quantcast

Morto uno dei superstiti della strage di Sant’Anna di Stazzema

Giovanni Berretti, detto Giancarlo, aveva 5 anni quando i nazifascisti accerchiarono il paese per uccidere oltre 500 civili

Morto uno dei superstiti della strage di Sant’Anna di Stazzema. È deceduto Giovanni Berretti, detto Giancarlo.

Aveva solo 5 anni quel 12 agosto 1944, quando i nazifascisti accerchiarono il paese di Sant’Anna per uccidere oltre 500 civili. Giancarlo Berretti lavorò per oltre 20 anni nelle vicine miniere del paese e contribuì alla realizzazione dell’attuale strada che porta a Sant’Anna di Stazzema. Tra i pochi superstiti che scelse di vivere a Sant’Anna insieme alla moglie Leopolda Bartolucci, anche lei superstite, con la quale si è sempre impegnato a coltivare la memoria della strage e a mantenere vive le tradizioni del paese, come i festeggiamenti per la santa patrona.

Lo scorso 2 giugno, il sindaco Maurizio Verona gli aveva conferito la cittadinanza benemerita del Comune di Stazzema data ai superstiti ancora in vita.

La cerimonia funebre si svolgerà domani (25 agosto) alle 16 nella chiesa di Sant’Anna di Stazzema. Il feretro sarà tumulato nel cimitero del paese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.