Quantcast

Incendio in via Ficalucci, quattro le famiglie sfollate: si lavora per reperire nuovi alloggi

L'assessora Gliori: "Abbiamo trovato massima collaborazione da parte di Erp Lucca che ha dato priorità alla messa in sicurezza delle scale per consentire agli altri quattro nuclei di poter tornare nelle proprie abitazioni".

Il Comune di Pietrasanta è al lavoro per reperire nuovi alloggi da destinare ai nuclei familiari rimasti coinvolti nell’incendio che lo scorso sabato notte (11 settembre) ha mandato in fiamme la palazzina in via Ficalucci, rendendo inagibili alcuni appartamenti.

Rogo in un palazzo: due intossicati, ustionati una donna e un vigile del fuoco

“Siamo a buon punto per reperire tutti gli alloggi necessari da consegnare temporaneamente ai quattro nuclei familiari i cui appartamenti sono stati interessati dall’incendio e sono pertanto inagibili – spiega l’assessora al sociale Tatiana Gliori -. Abbiamo trovato massima collaborazione da parte di Erp Lucca che ha elevato a somma priorità la messa in sicurezza e il ripristino delle scale per consentire agli altri quattro nuclei, i cui appartamenti non sono stati interessati dalle fiamme, di potervi accedere e ritornare quindi nelle proprie abitazioni. Fino a quel momento due nuclei saranno provvisoriamente alloggiati all’Art Hotel e Villa La Fonte che ci tengo a ringraziare particolarmente per la disponibilità a mettersi subito al servizio della comunità. Gli altri sono invece ospitati dai familiari. Anche in questa occasione è evidente la grande reattività degli uffici, in particolare dell’ufficio sociale con la funzionaria Loreta Polidori, attraverso il quale siamo riusciti a dare risposte quasi immediate ai residenti. L’amministrazione rinnova la sua vicinanza alle famiglie, alla signora anziana ustionata e al vigile del fuoco ferito in seguito al salvataggio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.