Quantcast

Cgil, a 50 anni dalla morte si ripubblica il libro su Vasco Zappelli

Un evento per celebrare l'ex segretario Fiom: un convegno a Seravezza

In occasione del cinquantesimo anniversario dalla morte di Vasco Zappelli, la Camera del Lavoro di Lucca ha deciso di ripubblicare il libro di Sauro Mattei Il messaggio di un uomo. Nel suo scritto il poeta cavatore, nonché conoscente di Zappelli, ripercorre la vita dell’ex segretario Fiom e dei cavatori dal punto di vista sia sindacale che politico.

Formatosi nelle riunioni di sezione del Pci e nell’asprezza delle lotte sindacali, Zappelli fu prima operaio metalmeccanico nella fabbrica della Piaggio di Pontedera e successivamente membro del suo consiglio di fabbrica, prima di spostarsi in quello della Vervet. Fu segretario Cgil per la Fiom e in seguito per i lavoratori del marmo. Morì come era vissuto, lottando contro le ingiustizie, dopo due colpi di pistola sparatigli per aver reagito durante una rapina alla banca di Seravezza in cui si era trovato per caso.

Martedì (21 settembre), alle 9,30, alle Scuderie Granducali di Seravezza, si terrà quindi un convegno che partirà dalle idee dell’amato sindacalista viareggino, per arrivare ad affrontare una serie di temi di forte attualità con molti, importanti ospiti. Parteciperanno infatti al convegno oltre allo stesso Sauro Mattei, anche Rossano Rossi, segretario generale Cgil provincia di Lucca, Alessia Gambassi, segretaria Fillea Lucca, il sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella, Dalida Angelini, segretaria generale Cgil Toscana, Alessandro Genovesi, segretario generale Fillea nazionale, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e il segretario generale della Cgil nazionale Maurizio Landini, che chiuderà il convegno partecipando per la prima volta ad un evento nella provincia di Lucca.

A mezzo secolo di distanza infatti, le problematiche del mondo del lavoro sono rimaste simili, se non peggiorate, e le convinzioni di Zappelli sul giusto modo di fare sindacato, improntato su umanità, socialità e vicinanza concreta ai lavoratori, restano tutt’ora la via preferibile. Specialmente in un momento storico come questo, in cui il mondo del lavoro e i sindacati sembrano subire un attacco da parte della politica e dei media, come si è potuto vedere all’inizio dell’estate con le vuote polemiche (come dimostrato dai dati Inps) sulla scarsità di lavoratori stagionali. Ci sarà dunque modo di parlare di sicurezza sul posto di lavoro, tema già particolarmente caro all’ex segretario dei cavatori e tristemente tornato di attualità. La transizione ecologica sarà un tema delicato che verrà affrontato, sempre nell’ottica di un cambiamento necessario, ma che dovrà essere graduale ed attento a tutelare il mondo del lavoro, e che pertanto avrà bisogno di grandi risorse per essere messo in atto. Ma anche il futuro del lavoro nell’epoca dell’industria 4.0, gli interventi statali necessari per consolidare il mondo del lavoro, la necessità del green pass sul posto di lavoro saranno discussi martedì 21, tra gli altri, numerosi, argomenti all’ordine del giorno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.