Quantcast

Barsotti: “Lago di Massaciuccoli, una risorsa da valorizzare”

La candidata sindaca: "Bisogna cominciare dal recupero delle bilance"

“Il lago di Massaciuccoli? Una risorsa da valorizzare”: ne è convinta la candidata sindaca di Massarosa, Simona Barsotti che questa mattina (24 settembre) ha fatto un sopralluogo con l’assessora regionale Monia Monni e la guida Eros Venturi dell’associazione RiviviLago. “È stata l’occasione – spiega – per parlare delle azioni che intendiamo intraprendere a difesa di questo luogo straordinario vicino a Massarosa e Viareggio”.

“È necessario – afferma – ripartire dal contratto di Lago, rivedere le norme, analizzare la mappatura dei volumi presenti sulle sponde del lago e agire in sinergia. Dobbiamo rivedere quelle norme che vincolano di fatto la possibilità di vivere il Lago e di migliorarlo. Uno dei temi su cui ci dovremo concentrare e su cui abbiamo chiesto il supporto anche della Regione Toscana è il recupero delle bilance da pesca e dei ricoveri dei barchini, cercando di superare quel corto circuito amministrativo che rende difficile o in alcuni casi impossibile la loro riqualificazione e il loro mantenimento. Dovremo partire dal lavoro che già è stato fatto per arrivare a delle modifiche normative che consentano ai proprietari di quelle strutture di intervenire. Serve superare anche il concetto di manufatto avente valore edilizio, in cui sono inquadrate le bilance e i ricoveri, con le leggi e i regolamenti che le disciplinano, ed arrivare a definirli semplici strumenti da pesca svincolati da una burocrazia che nei termini attuali non ha senso”.

“Portare avanti il contratto di lago – ha aggiunto Barsotti – significa procedere anche nelle azioni che sono state individuate dagli enti e dal percorso partecipato, andare a progettazione e alla ricerca dei fondi per realizzarle. Per far questo è necessaria la sinergia tra Enti, Comune, Regione, Parco Msrm, Provincia, Consorzio di bonifica, Sovrintendenza. C’è già un atto di indirizzo pronto e costituisce una buona base di partenza. Sul tema degrado sarà importante capire anche come procedere alla rimozione delle strutture oramai crollate, che rappresentano un pericolo per l’ambiente e un degrado paesaggistico che male si sposa con l’obiettivo di valorizzare un bene prezioso come il Lago di Massaciuccoli”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.