Quantcast

Commercio a Massarosa, Bertolaccini: “Proposte ipocrite da parte della sinistra”

Il candidato consigliere per Bigongiari: "Ora sbandierano soluzioni dimenticandosi di dire di aver causato il problema con nuovi insediamenti di media distribuzione e di averlo sostenuto convintamente"

“Molta ipocrisia da parte di alcune forze politiche che appoggiano la candidata Barsotti”. A dirlo è il candidato al consiglio comunale in sostegno di Carlo Bigongiari, Pietro Bertolaccini.

“Vorrei fare a questo riguardo – spiega – una pacata riflessione sulle attività commerciali, un argomento che sta molto a cuore ai nostri concittadini e al sottoscritto che proviene da una famiglia di contadini che del piccolo commercio ne hanno fatto una ragione di vita e di lavoro. Barsotti sostiene che “non ci sono ricette precostituite ma è chiaro che se non vogliamo che il piccolo commercio muoia dobbiamo evitare la proliferazione di nuove medie strutture di vendita… I piccoli commercianti li vogliamo tutelare veramente, come veramente siamo convinti che da un piccolo commercio di qualità non si possa prescindere per valorizzare le eccellenze agroalimentari del nostro territorio e dare anche sostegno al rilancio economico delle nostre comunità”. Tutti d’accordo senza se e senza ma. Purtroppo è un solo uno slogan elettorale e non corrisponde  per nulla a quanto fatto sul campo durante gli ultimi anni dalle forze politiche hanno amministrato il nostro Comune“.

“Nel mio breve trascorso di assessore, con delega alle attività produttive – prosegue Bertolaccini – mi sono trovato a gestire l’iter finale di due insediamenti commerciali di media distribuzione promossi e portati quasi a termine dall’amministrazione di sinistra. Mi permetto di ricordare ad alcuni smemorati che nella rassegna stampa di quel periodo vi era stata una gara tra la Coluccini e ed esponenti della passata amministrazione per accaparrarsi la medaglia di questa operazione. Da qui nasce l’ipocrisia di coloro che ora sbandierano soluzioni dimenticandosi di dire di aver causato il problema e di averlo sostenuto convintamente. Va da sé, che la media distribuzione voluta da Barsotti e compagni ha danneggiato le attività commerciali delle nostre frazioni. Hanno guardato solo a fare cassa per coprire i danni fatti al nostro tessuto commerciale. Cercare di sostenere le piccole attività nelle frazioni deve essere un obiettivo primario per evitare lo svuotamento delle stesse”.

“Non stiamo parlando solo di economia – conclude – ma del sevizio e della funzione sociale che queste rivestono soprattutto nei confronti delle persone anziane. Ho molto apprezzato la scelta di Bigongiari di nominare, in caso di vittoria, la dottoressa Chiara Serreli, attuale direttrice del Consorzio delle Bocchette, come futuro assessore alle attività produttive. Sono certo che Chiara saprà coniugare ed armonizzare per competenza e profonda conoscenza del territorio i rapporti tra grande e piccola impresa con una sicura rivitalizzazione delle nostre frazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.