Quantcast

Prete della Versilia beccato dalla Polstrada a comprare la cocaina in pineta a Migliarino

Il sacerdote aveva comprato una sola bustina, come dose personale,  quindi è scattata la sola segnalazione alla prefettura come assuntore.

Deve essere stata sicuramente una sorpresa per gli agenti della Polstrada scoprire che l’uomo appena trovato con una dose di droga era un sacerdote della Versilia: secondo gli agenti aveva appena acquistato cocaina nella Pineta di Migliarino.

Gli agenti erano in servizio sulla via Aurelia tra Torre del Lago e Migliarino Pisano quando hanno notato un’auto che accostava. L’uomo, sceso, s’è avviato verso la Pineta, poi è risalito sulla vettura ed è ripartito. I poliziotti lo hanno seguito e fermato vicino a un distributore, trovandogli la droga.

Il sacerdote aveva comprato una sola bustina, come dose personale,  quindi è scattata la sola segnalazione alla prefettura come assuntore.

Il prete non indossava l’abito talare e non ha fornito spiegazioni né giustificazioni. A lui ha chiesto conto l’arcivescovo Paolo Giulietti che, appresa la notizia dalla stampa, si è subito attivato anzitutto per chiarire l’accaduto e ottenere una versione plausibile dal parroco: “L’arcivescovo – spiega la diocesi in una nota – si è subito attivato per comprendere le circostanze di quanto avvenuto. Lo stesso arcivescovo, rintracciato il sacerdote, sta affrontando con lui la questione in attesa, si ripete, di verificare quanto effettivamente successo“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.