Quantcast

Massarosa, il Pd trascina Barsotti. Bigongiari, si cerca l’intesa con Coluccini

L'ex sindaco ago della bilancia verso il ballottaggio. Ecco tutte le preferenze

Ci sono 1.649 voti a separare la candidata sindaca del centrosinistra Simona Barsotti, dallo sfidante del centrodestra Carlo Bigongiari che la affronterà al ballottaggio del 17 e 18 ottobre prossimi. Massarosa tornerà alle urne per decidere il nome del sindaco. Ma quel distacco ora apre i giochi per gli apparentamenti.

Quei voti sono in “mano” ad Alberto Coluccini, il candidato sindaco (uscente) si è trasformato nel terzo incomodo che però potrebbe ribaltare gli scenari al ballottaggio. E’ vero che le dinamiche del secondo turno non si discoprono con l’artitmetica del primo turno, ma se andasse in porto il già ventilato apparentamento con Bigongiari, la sfida con la Barsotti potrebbe rivelarsi una battaglia all’ultimo voto. A volere fortemente l’intesa è tra gli altri il senatore Massimo Mallegni, che ha già incassato una prima disponibilità da Fdi, attraverso le parole di Riccardo Giannoni, che in diretta su NoiTv ha risposto positivamente alle sollecitazioni del senatore azzurro. Coluccini, dunque, ago della bilancia? Si vedrà forse già nei prossimi giorni. Sembra tuttavia che non sarà facile convincere Coluccini che ancora oggi, di fronte al risultato del primo turno, non risparmia strali a parte del centrodestra.

“Per quello che conta, esco anche questa volta a testa alta, io e chi mi ha confermato il sostegno cresciamo come consenso, nel 2019 con civica massarosa e Fratelli d’Italia avevamo il 13,7% oggi il 17,3% – afferma Coluccini -.  Chi ha voluto spaccare il centrodestra, la Lega per volontà precisa della consigliera regionale Montemagni e Fi, cercando un’altro candidato senza riuscire a dare un reale motivo del perché sono crollati dal 38,1% al 17,9%. Probabilmente se mi avessero sostenuto ora sarei di nuovo sindaco e si sarebbe nuovamente vinto al primo turno, ora la situazione è gravemente compromessa e c’è un ballottaggio solo grazie al risultato di una lista civica. Io farò dal ruolo che mi è stato dato sempre quello che potrò per fare rialzare la testa a Massarosa nell’interesse dei cittadini e poter guardare avanti”.

All’interno della coalizione della candidata del centrosinistra va molto bene che altrove il Pd, che si conferma il primo partito di area. Lo sottolinea, del resto, lo stesso segretario Adolfo Del Soldato: “Il Partito Democratico è di gran lunga il primo partito di Massarosa, con quasi il 25% dei voti, molto sopra la media nazionale. È questo un risultato che è merito dei candidati, dei militanti, di una linea politica chiara e riconosciuta. Il partito democratico è stato in prima fila nella cacciata di Coluccini e nelle lotte che molti ambienti di Massarosa hanno condotto durante i due anni più bui della storia recente del nostro comune. Allo stesso tempo è stata premiata una linea politica chiara, volta alla costruzione di un centrosinistra largo e aperto alla società.
Domenica gli elettori hanno bocciato inesorabilmente il sindaco e le forze politiche protagoniste di un’esperienza disastrosa. La svolta è a portata di mano, un risultato che sarà importante per il nostro comune e non solo”.
Determinata la candidata sindaca Barsotti: “Ora – afferma – c’è da fare un altro passo in avanti, sempre tutti insieme al turno di ballottaggio il 17 e 18 ottobre prossimi. Cerchiamo di aggiungere altri compagni di strada in questi 15 giorni, la campagna elettorale non è finita, e non possiamo perdere tempo. Massarosa ha bisogno urgente di un governo stabile che si impegni per far ripartire il sistema dei servizi alla nostra comunità, le azioni di sostegno per l’economia e il lavoro e di difesa e valorizzazione dei beni naturali che abbiamo. Questi giorni, dunque, non li sprecherò, vorrei continuare ad anticipare quel lavoro di tessitura dei rapporti tra le persone che nei giorni trascorsi abbiamo avviato. C’è bisogno di tornare a parlarci, unirci, valorizzare le nostre capacità e metterle a servizio di una ripartenza sociale ed economica. Nelle due settimane che ci separano dal secondo turno elettorale tornerò a girare e ascoltare, raccontare le mie proposte e idee. Aiutatemi. Io mi metterò a disposizione di tutti – e lo sapete – la mia tenacia e la mia attenzione di donna, ma ho bisogno di voi perché è la fiducia nella mia gente che sostiene qualsiasi grande impresa. Noi faremo una grande e gioiosa impresa per la nostra bellissima comunità, saranno cinque anni importanti e appassionati”.
Meno bene, nonostante i commenti entusiastici, è andata al M5S, che ottiene il 3,09%. Tuttavia l’intesa col Pd, alla luce del voto, appare sempre più solida: “Come ha detto il nostro Giuseppe Conte – spiegano i Cinque Stelle -, queste amministrative  rappresentano un momento di semina, e i primi frutti già si sono visti  unendoci alle altre forze progressiste. Realtà come Vecchiano, dove è  emerso un gruppo di qualità con il nostro Gabriele Fabbris e Massarosa  dove la candidata di coalizione Simona Barsotti per Massarosa è al  ballottaggio con uno splendido 48,40% e con cui ci complimentiamo,  anche per la splendida collaborazione. A Massarosa serve un ultimo sforzo per dare una spallata alle destre che  hanno palesato di non essere all’altezza di perseguire il benessere  collettivo. Anche in questo comune continueremo a portare avanti con  determinazione i nostri valori di legalità, tutela dell’ambiente,  protezione dei più fragili e rilancio dell’economia”.
Le preferenze ai candidati consiglieri
Sonia Sacchetti
Rifondazione Comunista: Fiorella Bonucelli 7, Roberta Bruno 4, Enzo Di Natale 1, Sabrina Evangelisti 17, Marcello Fiorini 2, Paola Marangoni 0, Nicolò Martinelli 32, Cristian Morosini 12, Monica Pardini 8, Sara Pardini 6, Flavia Simonetti 21, Samuele Soddu 18, Alessio Vitali detto Dylan 6.
Simona Barsotti
Partito Democratico: Paolo Benassini 77, Francesco Bianchini 178, Riccardo Brocchini 229, Andrea Chiantelli 38, Ilaria Da Prato 18, Adolfo Del Soldato 269, Massimo Farioli 128, Elisabetta Giusti 24, Federico Lucania 148, Agnese Marchetti 153, Teresa Marraccini 9, Maria Nardini detta Maria Vittoria 50, Alberta Puccetti 165, Alessandro Rossi 106, Ilaria Sebastiani 135, Luca Tinagli 136.
Orgoglio Massarosa: Giulio Acunzo 49, Laura Agostini 35, Emanuele Anzilotti 13, Silvia Barsotti 66, Fabio Belletti 3, Lucia Carnicelli 2, Francesca Cosci 57, Lando Del Greco detto Rino 55, Lucia Francesconi 26; Diego Frateschi 32, Linda Gabrielli 33, Renza Giannini 9, Fabio Longaron 74, Marta Mori 34, Antonio Torre 54, Fabio Zinzio 172.
Massarosa Solidale Ecologica e Progressista: Nico Braccini 26, Anacleto Barsotti 20, Mauro Gemignani 30, Mirco Lazzari 7, Patrizia Lazzarini 30, Lia Masi 1, Giulio Marlia 14, Licia Mazzoleni 21, Ivano Mugnaini 0, Francesco Nesti 1, Alessia Pasquale 13, Annamaria Puddu 2, Manuel Santini; Tiziano Tebaldi 1, Gaia Maria Genovesi 0.
Sinistra Comune: Lucio Lucchesi 235, Mirko Bonini 45, Giada Brucia 39, Paolo Della Lucia 11, Paolo Ercolini 27, Federico Gilardetti 96, Giovanni Manfredini 19, Francesco Mauro 98, Giuseppa Morreale detta Giusy 45, Mario Navari 21, Vanessa Palazzolo 17, Palmira Proietti detta Miriam 27, Stefano Rinaldi 92, Michela Sargentini 170, Teodros Talini detto Teddy 72, Valentina Vassallo 84.
Movimento 2050: Roberto Baccelli 35, Alessandro Gelli 0, Stefania Guidi 6, Uliana Lorenzetti 0, Lucia Mori 0, Roberto Pedrini 3, Graziano Puccetti 5, Katiuscia Puccetti 2, Michele Righini 1, Fausto Salvadori 5, Laura Santoni 1, Fiammetta Barbara Tavosanis 6.
Alberto Coluccini
Fratelli d’Italia: Michela Dell’Innocenti 219, Nicola Albiani 12, Daniele Bernardi detto Di Ghinghere 25, Ovidio Bigongiari 37, Francesca Caselli 4, Nicola Cestari 8, Valentina Colombu 29, Marco D’Alessandro 9, Claudio Del Dianda 54, Nicole Giannecchini 0, Maurizio Lucchesi 17, Giovanni Marlia 16, Monica Masini 5, Mara Nicodemo 44, Simone Nocera 7, Claudio Taglialegne 3
Civica Massarosa – Coluccini: Giovanni Brocchini 130, Serena Simi 79, Giovanni Renzo Vasco Merciadri 18, Michele Brafa Misicoro 19, Luisa Del Grande 29, Renzo Del Grande 12, Cristina Gasperini 1, Franca Lavecchia 0, Silvia Lunardi 17, Carlo Menchini 10, Marzia Pacini 18, Franco Perna 52, Dante Puccinelli 85, Cristiano Spinelli 23, Silvia Tori 2, Aldo Venturi 20.
Carlo Bigongiari
Per Massarosa -Bigongiari sindaco: Daniele Altemura 85, Ave Angeli 81, Pietro Bertolaccini 165, Domenico Casalbianca 8, Marianna Cutolo 0, Andrea Da Prato 28, Fabrizia Giusti 0, Marzia Lucchesi 89, Simone Luca Lucchesi 58, Laura Luisotti 79, Alberto Macaluso 20, Alessandro Mazzorini 8, Alessandro Michelotti 18, Antonio Padovani 63, Gabriele Sforzi 23, Valentina Solari 8.
Lega: Michela Morgantini 209, Mirco Masini 74, Antonino Di bella 33, Pietro Cima 95, Deborah Bacci 55, Nicola Morelli 120, Gaia Palagi 23, Dario Marco Penco 33, Elisa Olivi25, Mario Pierotti 6, Greta Pizzi 19, Marco Giannini 15, Cristina Benedetti 19, Giuseppe Vitale 59, Erica Mazzucchi 4, Sandro Righini 3.
Forza Italia: Nicol Balloni 16, Stefano Baroni 95, Giovanni Benedetti 4, Michela Bini 0, Maria Checchi 0, Gianmarco Del Bucchia 45, Giuseppe Domenici 4, Tommaso Francesconi 9, Stefania Giannini 0, Romualdo Parducci detto Aldino 18, Elisabetta Puccinelli 158, Enza Simonini 12.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.