Quantcast

Giornata del Fai Versilia, grande successo per le visite guidate nell’azienda Henraux

Il presidente Paolo Carli: "Henraux è anche un luogo di accoglienza, di cultura, uno spazio di incontro e di conoscenza per tutti".

Sono stati in 300 a partecipare alle visite guidate all’interno degli stabilimenti della storica azienda versiliese del marmo Henraux. Un risultato ottimo per l’iniziativa che ha visto il connubio tra Fai Versilia, Henraux e Fondazione Henraux svoltasi sabato (16 ottobre) e ieri.

Il pubblico ha apprezzato l’intero percorso, dimostrando particolare interesse sia per la visita alla Fondazione Henraux e alla nuova showroom dove è esposta la collezione Henraux che per l’incontro con il maestro Renzo Maggi. L’esperto si è intrattenuto con i visitatori per raccontare le tecniche di scultura e mostrare dal vivo il suo lavoro di scultore. Inoltre, sono stati molto apprezzati i processi di lavorazione del marmo e in special modo l’utilizzo dei grandi robot a controllo digitale.

“Un pubblico molto eterogeneo, composto da famiglie con bambini, da ragazzi, da giovani coppie e da anziani ha decretato il successo della nostra iniziativa con Henraux e Fondazione Henraux – ha dichiarato Lavinia Panerai, presidente del gruppo Fai Versilia per la delegazione di Lucca – Ci aspettavamo una bella risposta da parte del pubblico e così è stato. Siamo davvero soddisfatti per la numerosa partecipazione di visitatori che si sono dimostrati molto attenti, curiosi e che si sono dichiarati molto soddisfatti del percorso culturale proposto per queste giornate Fai del nostro gruppo della Versilia. Siamo perciò particolarmente grati ad Henraux, al suo presidente per aver aperto le porte dello stabilimento di Querceta di Seravezza, e a tutti gli addetti e per averci supportato con grande generosità e disponibilità in ogni esigenza organizzativa”.

“Dopo questa giornata del Fai – ha dichiarato il presidente Paolo Carli a chiusura dell’iniziativa – che per la prima volta ha portato i suoi associati nella nostra realtà, ho sentito che Henraux non solo appartiene al suo territorio, così come è da duecento anni, per ciò che concerne la storia e la sua economia, ma è anche un luogo di accoglienza, di cultura, uno spazio di incontro e di conoscenza per tutti. La nascita della fondazione, nel 2011, segnava l’inizio del percorso di apertura dell’azienda verso l’esterno, un percorso che ho voluto fortemente, ma oggi a questo percorso di cultura si aggiunge quanto abbiamo fatto e facciamo industrialmente. Henraux lavora, fin dalla sua costituzione nel 1821, nell’architettura e nell’arte, cui successivamente, con Luce di Carrara e un intenso lavoro di progettazione, si è aggiunto il design. Si tratta di tre ambiti che formano storia e bellezza, e per questo abbiamo il dovere di raccontare e mostrare ciò che facciamo con il marmo. Sono sinceramente grato al gruppo Fai Versilia e a Lavinia Panerai, presidente del gruppo Fai Versilia per lo splendido lavoro condotto con i visitatori presso di noi. E ringrazio sinceramente il pubblico per aver partecipato numeroso all’evento”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Lucca in Diretta, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.